rotate-mobile
Giovedì, 1 Dicembre 2022
Sport

Vigilia contro il Modena, Pecchia: "Un'occasione: facciamoci trovare pronti"

L'allenatore del Parma in conferenza stampa: "L'attesa tra i tifosi uno stimolo in più, ci coinvolge. Coulibaly e Chichizola sono con noi. Abbiamo recuperato questi due rispetto alla partita con il Cittadella"

La partita con il Modena dirà tanto sul campionato del Parma. Una tappa importante che i ragazzi di Pecchia affrontano dopo la sosta per le Nazionali, non decisiva chiaramente ma intorno alla quale c'è grande attesa. "Non siamo una squadra che sa gestire, ma dobbiamo mettere il piede sull'acceleratore e spingere. Avere la forza per determinare - spiega l'allenatore in conferenza stampa -. Negli ultimi 30 metri va attaccata la porta, con qualità e sicuramente il nostro atteggiamento è quello di entrare in campo dall'inizio".

Il fatto che Pecchia sia stato un giocatore di Tesser, all'Ascoli nel 2006, può dare qualche vantaggio nella preparazione della partita. "E' un allenatore meticoloso, l'ho avuto ma sono passati troppi anni ormai. Il suo Modena è pericoloso, si portano dietro l'entusiasmo della vittoria del campionato e la consapevolezza che serve per affrontare le partite di Serie B. Hanno un grande spirito di gruppo. Quando ci sono partite di questo genere, dove c'è una gara anche fuori dal campo, attesa tra i tifosi che sentono il derby, per noi è sempre uno stimolo in più. La partita però si gioca sul campo, noi dobbiamo fare solo le cose che dobbiamo fare, mantenere l'identità e creare questo rapporto stretto con i nostri tifosi. Domani sarà un'altra occasione, facciamoci trovare pronti".

Pronti sono ormai Bernabé e gli altri che hanno lasciato l'infermeria. Romagnoli e Ansaldi sono indietro. "Sono fuori - ha detto Pecchia - in settimana abbiamo avuto modo di vedere Cobbaut: ha voglia ed entusiasmo. Coulibaly è tornato così come Chichizola. Abbiamo recuperato questi due rispetto alla partita con il Cittadella. Man e Mihaila hanno potuto mettere minutaggio nelle gambe in questi giorni, come è successo a Bernabé. Tutti hanno lavorato bene. I miglioramenti passano dove c'è una competizione individuale e comune. Questa accelera il processo di crescita della squadra, quello che serve a vincere le partite". Poche, come sempre, le notizie sulla formazione: "Dove gioca Bernabé? Ha migliorato le sue condizioni, la sua posizione dipende anche da come si sviluppa la partita. Questa sosta ci ha permesso di lavorare quasi a pieno organico, molti hanno dato continuità al lavoro". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilia contro il Modena, Pecchia: "Un'occasione: facciamoci trovare pronti"

ParmaToday è in caricamento