menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro il Palermo, D'Aversa: "Bisogna sbagliare poco"

Il tecnico: "Giocheremo contro la squadra più forte del campionato"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Quattro punti in due partite, una prova incoraggiante a Salerno e una partita da replicare almeno sotto d vista dell'atteggiamento. Questo è quello che chiede Roberto D'Aversa alla vigilia della partita con il Palermo, una squadra molto attrezzata e temibile sotto tutti i punti di vista: "Arriviamo dopo un'ottima prestazione dopo il risultato di Salerno, abbiamo avuto qualche difficoltà logistica per allenarci per via delle condizioni climatiche. E' una prova molto importante, quest'anno il Palermo ha mantenuto l'ossatura che aveva l'anno scorso in Serie A, vogliono vincere il campionato e sicuramente faranno una partita importante. Dovremo commetere meno errori rispetto a Salerno, magari nella gestione del possesso, quando riconquistiamo la palla, dovremo avere le idee chiare e sapere quello che ci sarà da fare. Si è fermato Vacca, ma questo gruppo mi dà garanzie e anche qualcuno che ha giocato meno come Frediani e Anastasio si è dimostrato comunque affidabile. A prescindere da chi giocherà ci saranno undici giocatori che andranno in campo e tre che saranno pronti a subentrare. Dezi? Dopo un risultato positivo è sempre meglio pensare al campo. Lui è sereno, ha fatto un'ottima prestazione dove ha mostrato le sue qualità nell'inserimento. Abbiamo vinto grazie a un suo gol, ha avuto qualche occasione in più per segnare ancora ma non l'ha sfruttata. Non veniva da un periodo felice. In questo momento sta bene, ha delle qualità importanti e si è liberato di qualche retaggio. Il campo ha dimostrato che la partita migliore l'ha fatta come mezz'ala destra e ha delle doti talmente importanti che può giocare ovunque. Per quanto riguarda il resto della formazione ho ancora dei dubbi, li scioglierò sicuramente domani. I ragazzi stanno facendo tutti bene, giocheremo contro la squadra più forte del campionato sulla carta ma non sempre poi la più forte vince. Con Tedino ci siamo incontrati spesse volte, vediamo domani di continuare con la striscia positiva. Se ho mai pensato di dimettermi? A Coverciano la prima cosa che insegnano è quella di non dimettersi mai, significherebbe abbandonare la barca. Stiamo lottando per degli obiettivi, mi pare che siamo ancora in corsa. Domani giocheremo contro una squadra di qualità, mi serve una squadra che abbia intensità, una dote che può limitare i loro punti di forza". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento