menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro l'Entella, D'Aversa: "Gioca Munari, Insigne si è fermato"

"Dobbiamo valutare l'entità del problema. E' uscito anzitempo del problema"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - "Pensare partita dopo partita. Giocheremo contro un avversario difficile che ha bisogno di punti. Pretendo una prova di maturità da parte della mia squadra". Le parole di Roberto D'Aversa non lasciano spazio a interpretazioni. "Arriviamo dopo una settimana di allenamenti, pieni di entusiasmo ma consapevoli che l'avversario è tosto. Giocheremo su un campo sintetico, dove la palla rimbalza di meno e corre più veloce. Nel riscaldamento dovremo essere già con la testa nella partita. La squadra viene da una prestazione e da un risultato importante, Vacca rientra ma non è al meglio, Munari per la partita che ha fatto mi ha dato garanzie. E molto probabilmente giocherà sabato. Dobbiamo essere bravi noi a capire che avremo una partita molto diversa rispetto a Pescara. I tempi di gioco saranno diversi, mentalmente dovremo essere pronti a fare una partita veloce contro una squadra che mira a fare punti. Dipenderà da noi, dobbiamo giocare anche sulle loro difficoltà. In questo momento dobbiamo consolidare la posizione di classifica e dove è possibile migliorarla.  

Dopo Empoli abbiamo toccato il fondo, siamo ripartiti anche con prestazioni importanti rovinate dal punteggio. La vittoria però è la migliore medicina, in questo momento siamo in un momento di campionato in cui non possiamo sbagliare. Dobbiamo mantenere una posizione di classifica che non dipende solo da noi ma anche dalle altre squadre. A oggi il pensiero va solo alla partita con l'Entella, pretendo una gara che sia una prova di maturità. Di Cesare? Convocato, a parte Ciciretti e Scozzarella sono tutti convocati. Insigne invece si è fermato anzitempo per una situazione che è da valutare. A volte le caratteristiche di certi giocatori possono essere vantaggiose o meno, a volte il sintetico ti porta a fare una partita con i ritmi alti altre no. Ma molto dipende dalla voglia e dalla determinazione. La condizione della squadra mi fa stare tranquillo. Pareggiamo il livello dal punto di vista delle motivazioni. Se penso a conra a Caputo? Non siamo stati fortunati, Ceravolo si è infortunato e se non avesse avuto quel periodo vi posso garantire che avrebbe spostato gli equilibri, così come Calaiò, un giocatore importante che si sta dimostrando tale anche in questo periodo".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 44 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Oggi il Dpcm: le scuole a Parma verranno chiuse?

  • Attualità

    Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

  • Cronaca

    Vaccinazioni per gli over 80: lunedì tra disagi e ritardi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento