menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Roberto D'Aversa - foto Ansa

Roberto D'Aversa - foto Ansa

Vigilia contro l'Inter, D'Aversa convoca Siligardi: "Vogliamo fare punti"

Il tecnico: "Stiamo facendo bene, i risultati arriveranno. Giocare a San Siro è un'emozione particolare"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - L'Inter dopo la Juventus. Poi il Napoli e in mezzo il Cagliari. Il calendario pare si sia divertito con il Parma, ma D'Aversa non sembra essere preoccupato. "Pensiamo solamente alla partita di sabato, è un bell'evento, ci ritroviamo a giocare negli stadi più importanti d'Italia. Abbiamo dimostrato di potercela giocare, credo che la volontà di fare risultato sia molto importante".

In conferenza stampa il tecnico se la gioca così, smorzando i toni di chi gli chiede se un punto sia poco per il gioco espresso fino a qui: "Se analizziamo le tre partite capiamo una cosa: se scendiamo in campo determinati possiamo ottenere dei risultati. Bisogna però migliorare, ci manca ancora qualcosa e quando ci sono le prestazioni, come contro Udinese e Juventus, deve esserci anche il seguito di portare a casa dei punti. Siamo soddisfatti di quello che abbiamo visto partendo dal presupposto che bisogna migliorare. Si lavora per questo. L'Inter? E' stata costruita per vincere e competere contro la Juventus, giocheremo in uno stadio pieno, dovremo essere presenti nella partita considerando che ci sarà il pubblico delle grandi occasioni. Loro hanno una rosa abbastanza assortita, sta a noi rimanere in gara e rendere la vita difficile alla squadra di Spalletti. Per la formazione devo ancora valutare alcune cose, Di Gaudio sta bene, è andato in permesso ma è disponibile, bisogna considerare tanti aspetti quando fai la formazione. Qualche scelta definitiva me la riservo per domani. Se manca Icardi? Nel momento in cui non dovesse esserci Icardi l'Inter ha un potenziale di rosa che è impressionante. Guai a pensare che senza Icardi possa essere più facile. Hanno giocato spesso e volentieri con un 4-2-3-1, sviluppando in maniera magari diversa da gara in gara. Quello che conta però è l'interpretazione della partita, mi auguro che ci sia lo stesso spirito visto contro la Juventus. Dobbiamo viverlo come un evento bello, ci ritroviamo in uno degli stadi più importanti, da protagonisti. Siamo in Serie A, quindi questo vuol dire che tra le grandi c'è anche il Parma. Abbiamo dimostrato di potercela giocare, credo che la volontà sia molto importante. Dobbiamo cercare di mettere in difficoltà la squadra di Spalletti e rendere la vita dura ai giocatori dell'Inter. Ciciretti? E' convocato, è disponibile. Io a San Siro ci sono andato per la prima volta quando avevo 16 anni, abituato all'Adriatico di Pescara per noi ragazzi è stato impressionante. Da giocatore, avendo avuto la possibilità nei sei anni di settore giovanile del Milan di vederlo ogni domenica, posso dirvi che è stato bello viverlo. Non firmo per il pari, quando vai a giocare per il pareggio è difficile portare a casa il risultato. Non c'è nessuno che può partire pensando di arrivare solo al pareggio". E per vincere, o giocarsi la partita, D'Aversa ha convocato anche Luca Siligardi, rimesso in lista al posto di Jacopo Dezi. La scelta è stata favorita dal fatto che il centrocampista sta proseguendo il lavoro di recupero dopo il problema alla schiena che lo ha bloccato immediatamente dopo il ritiro. Non si tratta di scelta tecnica, al momento l'allenatore ha puntato sulla fantasia di Siligardi continuando a ritenere Dezi un giocatore valido e funzionale al suo gioco, nonché un patrimonio della società che non deve essere svalutato a fronte di un investimento importante.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento