menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro la Maceratese, D'Aversa: "Questo trittico è fondamentale"

Il tecnico crociato: "Sceglierò la formazione migliore. Munari va valutato, non vorrei che si rifacesse male. Turnover? Ho i giocatori per farlo"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Vincere e sperare. Senza pensare agli altri. Roberto D'Aversa garantisce la massima tenuta soprattutto a livello mentale. Perché la prima partita è quella più importante. Sarà banale dirlo ma di questo trittico, Maceratese, Padova e Ancona, la più importante è proprio quella con la squadra di Giunti.

"Il primo pensiero deve essere alla partita di domani - dice D'Aversa in conferenza stampa -. La Maceratese è una buona squadra, ma quando in una settimana giochi tre volte devi stare attento a tutto. Sicuramente è il crocevia della stagione. Un po' per tutto: perché abbiamo lo scontro diretto tra pochi giorni, perché mancano poche partite e perché questo ci metterebbe sulla buona strada soprattutto a livello psicologico per affrontare un buon finale di campionato". 

Turnover o formazione migliore? D'Aversa non ha dubbi, anche se qualche conteggio in vista del trittico di partite deve farlo: "Credo di mettere in campo la miglior formazione. Munari deve essere valutato bene, è rientrato in gruppo questa settimana e il mio obiettivo principale è quello di non riperdere un giocatore così importante. Veniamo da un periodo in cui abbiamo perso i punti contro le piccole. A prescindere dal valore che possiamo avere noi i ragazzi sanno che non esiste una partita semplice. E che pertanto nessun impegno va sottovalutato". C'è da segnalare anche il rientro di Pierluigi Frattali, disponibile e convocato. Ci sarà da mettere qualche over fuori rosa, che verrà deciso in mattinata, prima di scendere in campo".

Intanto c'è da pensare alla Maceratese: "Una buona squadra che interpreta un buon calcio. Gioca con quattro difensori, tre centrocampisti e uno o due trequartisti. Sarà una partita piena di intensità. Le squadre che sono venute qua, a parte la Sambenedettese, sono venute a fare una partita difensiva più che altro. Con il Fano la gara è stata abbastanza strana, abbiamo creato molto e abbiamo perso. A prescindere dal loro sistema di gioco credo che il Parma debba fare la sua partita, avere pazienza e cercare di giocare a calcio. Senza assilli. Gli altri risultati? Il nostro obiettivo è quello di pensare partita dopo partita, ulteriori energie non vanno perse a rincorrere gli altri. Scaglia ha fatto molto bene da terzino, su quella catena ci ha dato equilibri. I tre davanti li deciderò magari dopo, ma abbiamo giocatori che possono fare più ruoli, quindi ho una buona rosa a disposizione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 176 casi e un decesso

  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento