menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro la Pro Vercelli, D'Aversa: "Gara difficile, Dezi e Scavone..."

Il tecnico crociato: "Devo valutare fino alla fine. Verranno con noi"

Dal nostro inviato

COLLECCHIO - Le ultime tappe di un percorso a ostacoli sono sempre le più temibili. Anche quando cominci a intravvedere il traguardo lui sembra essere lontano. Più ti avvicini e più ti si annebbia la vista. Bisogna rimanere lucidi o cercare di soffrire il meno possibile per arrivare davanti in maniera convinta. "Se me lo avessero detto all'inizio del campionato - dice D'Aversa in conferenza - ci avrei messo la firma: avere questa posizione di classifica in questo periodo è molto importante, si lotta per una posizione di vertice importante che magari non era neanche prevista, ma rimaniamo con i piedi per terra perché l'unico nostro obiettivo è quello di pensare alla partita difficile di Vercelli.  Sotto l'aspetto delle diffide non dobbiamo pensare di farci influenzare. Per quanto riguarda invece la situazione degli infortunati dobbiamo valutare bene la situazione. Anche qualche infortunato verrà con noi senza poter essere a disposizione. Scozzarella e Da Cruz resteranno qui a lavorare, Di Cesare ad esempio lo portiamo con noi. Si sente l'esigenza di voler fare gruppo. Scavone e Dezi? Sono situzioni da verificare. Mi confronterò con lo staff medico, non possiamo permetterci delle ricadute. Cambio di modulo? Preferisco non snaturare nulla anche perché se dovessi fare un 4-2-3-1 avrei bisogno di due mediani e Barillà non ha queste caratteristiche. Preferisco per questo adattare qualche giocatore in un ruolo non suo e mantenere gli equilibri. In questo momento c'è un livello di auto efficacia importante. La squadra crede nei propri mezzi, di fronte avremo una squadra che giocherà due gare in casa per salvarsi. Daranno tutto per fare risultato, ma noi dobbiamo essere bravi a limitarli con la stessa cattiveria, determinazione e forza che loro metteranno in campo. 

Dal punto di vista tattico mi aspetto una squadra aggressiva su un campo sintetico e molto piccolo. Dobbiamo essere bravi noi a far si che il loro momento negativo continui e il nostro momento positivo vada avanti. Dobbiamo andare avanti per la nostra strada, senza pensare a quello che sarà. Il favorito a ricoprire eventualmente il ruolo di mezzala? Gazzola lo ha già fatto, Insigne con caratteristiche diverse, Baraye che lo ha già fatto. Il lavoro collettivo però non deve venire meno, perché anche al netto di infortuni pesanti sabato abbiamo portato a casa il risultato con Gazzola play e Siligardi mezzala, quindi non importa chi gioca ma lo spirito di squadra. Ceravolo viene da un periodo di inattività, quando si rientra da un infortunio è sempre meglio magari non partire dall'inizio. Ho la fortuna di avere un gruppo valido, di poter cambiare davanti tutti e tre gli attaccanti senza abbassare il livello della prestazione. In questa settimana giocheranno tutti più o meno anche perché ci sarà spazio per tutti in queste tre partite. L'importante è avere a cuore l'obiettivo".

-> Tutti i risultati sportivi dei campionati locali

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Parma torna in zona gialla: cosa cambia

  • Attualità

    "Lunedì Parma e l'Emilia Romagna in zona gialla"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento