rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Sport

Vigilia di Parma- Vicenza, Maresca: "Dobbiamo essere pronti: il Vicenza verrà a fare la gara della vita"

Alla vigilia di Parma-Vicenza, gara valida per la 11° giornata del campionato di Serie BKT 2021/22, Mister Maresca ha incontrato i giornalisti al Centro tecnico di Collecchio.

“Fa sempre piacere lavorare dopo una vittoria, vale sempre e non solo in questo momento. Sono stati due giorni nei quali abbiamo analizzato quel che abbiamo fatto bene a Cittadella e quello che non abbiamo fatto bene, provando a correggere queste ultime cose anche se il tempo è poco. Abbiamo probabilmente abusato nell’arco dei 90 minuti di qualche palla lunga, può essere una soluzione ma non deve essere l’unica; a grandi linee in questi giorni ci siamo concentrati su come gestire meglio i momenti della gara. A Cittadella abbiamo giocato con tre difensori, forse lo faremo con due nelle prossime gare, può essere una soluzione ma non l’unica”

“Quando devi analizzare delle vittorie lo fai magari con un occhio diverso. A mio avviso se avessimo vinto contro il Monza avremmo analizzato la gara allo stesso modo di quella di Cittadella, non abbiamo rischiato mai e abbiamo usato un difensore il meno. La gara di Cittadella ci ha detto che quella dei tre difensori può essere una soluzione, tolti i primi dieci minuti abbiamo rischiato poco e non credo abbiamo concesso altri pericoli. Quella del riavvicinarsi alla gente da parte del Parma è una svolta importantissima, il tifoso dopo questi due anni ha bisogno di una passione, di tornare vicino alla squadra, fa benissimo a loro e anche a noi, l’ho detto quanto ci ha fatto piacere averli vicini contro il Monza al Tardini, è un aspetto che ci deve aiutare”

“Abbiamo fatto così tatticamente a Cittadella, vedremo nelle prossime, credo che Schiattarella possa giocare con tre dietro e avere quindi le spalle più coperte, ma può farlo anche con due centrali dietro. Benedyczak come ho detto dopo la gara di Cittadella meritava minuti in più per come si è allenato dal 12 luglio, non ha sbagliato un atteggiamento, meritava una chance in più e come ho detto ho sbagliato io; ci sono altri giocatori che dobbiamo provare a recuperare, lo spazio ci sarà per tutti, lui ha fatto una grandissima gara per lo spirito di sacrificio. Quando vedi che in campo corrono e rincorrono come fatto da Adrian e da Tutino, per gli altri attaccanti dietro è più facile perchè quell’atteggiamento è contagioso”

“Questo è un campionato che avete visto essere strano, difficile, con il Pordenone che pareggia a Pisa o l’Alessandria che ha vinto una gara importantissima e poi ne ha pareggiata un’altra in casa molto importante, il Vicenza verrà qui a fare la gara della vita, a non regalare nulla e a lottare su ogni pallone, bisogna farsi trovare pronti. Il campionato è questo, dobbiamo essere capaci di indossare lo smoking quando si ha la palla e la maglia di lana quando non hai la palla e questo lavoro Adrian lo ha fatto benissimo: con palla oltre al gol ha anche fatto ottime giocate come la giocata di prima su Coulibaly per andare in area all’uno contro uno; senza palla ha lavorato benissimo, quando tutti lo capiamo cominciamo a divertirci”

“Tutino agevolato da un centravanti? Se ne metti tre sicuramente sono più agevolati, più sono e più si creano occasioni tra loro, Gennaro giocando con Adrian o un altro attaccante qualche beneficio in più lo può avere; è anche vero che lui fa anche un lavoro importante tra le linee, ma anche quella è una soluzione. Che effetto ha avuto la vittoria sul gruppo? Lo vedremo domani alle 20: spero bene, sono stato un giocatore, le vittorie aiutano, fanno vedere le cose in modo diverso. Il campionato è difficilissimo, tutti giocano contro tutti, non ci sono squadre staccate perchè tutte hanno fatto risultati importanti, è tutto molto equilibrato, abbiamo fatto 10 gare di cui 6 fuori e 4 in casa contro Monza, Benevento, Cremonese e Pisa prese in un momento di forma incredibile“

“Camara sta meglio, Adrian Bernabè dovrebbe iniziare a mettersi moto la settimana prossima, con la speranza di averli tutti e due; in particolare per Adrian dobbiamo fargli tornare a vivere le sensazioni da calciatore che è un aspetto importante. Inglese? Quando resti fuori non sei contento, ma ci sono due modi: o dai comportamenti che hai dai ragione all’allenatore o lo metti in difficoltà. Ho fatto una scelta ed è andata bene, ma non vuol dire che saranno fatte le stesse scelte, si cercano soluzioni per avere il meglio da tutti loro. Vazquez è in una buona condizione, oltre al gol ha fatto una buona gara; non credo sia cambiata la sua posizione giovedì rispetto a Reggio Calabria o alle gare precedenti, si è mosso dove si era sempre mosso tra le linee, per noi in determinati momenti può farci la differenza".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vigilia di Parma- Vicenza, Maresca: "Dobbiamo essere pronti: il Vicenza verrà a fare la gara della vita"

ParmaToday è in caricamento