Sport

ESCLUSIVA - L'Ag.Cigarini: "E' affezionato al Parma, un suo ritorno? Mai dire mai"

Giovanni Bia, procuratore del centrocampista ex crociato e ora nelle fila dell'Atalanta, ha parlato del suo assistito in veste da ex: "E' grato alla società ma domenica metterà da parte l'emozione"

Luca Cigarini -Tm News Infophoto

Domenica allo stadio Tardini arriva l'Atalanta di Colantuono, una gara che mette in palio tre punti per l'aritmetica salvezza e che i crociati non vogliono sbagliare. Tanti gli ex di turno: da una parte Valdes, dall'altra Budan, Contini e Cigarini con quest'ultimo che è sicuramente il più atteso. Il centrocampista centrale di Montecchio Emilia, infatti, è cresciuto nelle giovanili del Parma per poi approdare in prima squadra nel 2005. Settanta presenze e quattro reti in tre anni: questo il bottino che lo fa entrare nel giro dei grandi club come Napoli e Siviglia, dopo una stagione delle fila dell'Atalanta. Ora Cigarini è tornato a guidare il centrocampo nerazzurro, parcheggiato a Bergamo dal Napoli, e domenica si troverà di fronte la squadra che lo ha lanciato, una sfida che non lo spaventa e dove non ci sarà spazio per l'emozione. "Luca ha giocato molte volte contro il Parma, quindi è una gara che vive con molta tranquillità. Non c'è l'emozione di giocare contro l'ex squadra perchè, ormai, sono passati quasi cinque anni. Caratterialmente non è una persona che si lascia condizionare da queste cose, è un professionista e anche se dovesse giocare la Coppa del Mondo sarebbe la stessa cosa", ha spiegato il suo procuratore ed ex giocatore crociato Giovanni Bia a parmatoday.it. Emozione a parte, Cigarini ha un'ottimo ricordo delle sue stagioni in maglia crociata: "E' molto affezionato e grato alla società perchè è cresciuto lì e non smetterà mai di ringraziarli. Un suo ritorno al Parma? Magari più avanti o a fine carriera potrebbe tornare a vestire la maglia crociata ma ora vorrebbe fare il salto di qualità. C'è l'Inter che è interessata a lui anche se con l'arrivo di Kovacic ha un po' le porte chiude. Credo che verrà riscattato dall'Atalanta visto che è di proprietà del Napoli, vediamo, nel calcio mai dire mai. Ora è concentrato sul raggiungimento della salvezza con i bergamaschi, al mercato non ci pensa"

Giovanni Bia non è sconosciuto all'ambiente crociato: originario di Parma ha esordito in serie A proprio al Tardini nelle stagioni 1984-86 e 1990-92. Da ex giocatore si è espresso positivamente sulla stagione dei crociati che nelle ultime otto gare hanno ottenuto solo una vittoria, invertendo la rotta della prima parte del campionato: "Credo che abbia fatto un'ottima stagione. Nessuno, all'inizio, avrebbe scommesso sul girone d'andata disputato, sicuramente, sopra le aspettative. E' normale avere un calo ma i 40 punti sono stati raggiunti ma l'obiettivo è stato centrato. Donadoni ha fatto un ottimo lavoro così come tutta la società"

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

ESCLUSIVA - L'Ag.Cigarini: "E' affezionato al Parma, un suo ritorno? Mai dire mai"

ParmaToday è in caricamento