menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Leonardi: "Con il Bari la vittoria che ci dà tranquillità"

Durante la presentazione dell'iniziativa "Al Tardini vale doppio", l'ad gialloblu si sofferma anche sulla partita contro i pugliesi. "Guai a sottovalutare il Bari. Teniamo alta la tensione"

Vista l'importanza, in chiave salvezza, della gara contro il Bari e del richiamo della partita con l'Inter, che si giocherà in anticipo il 16 aprile alle 20:45, il Parma offre ai tifosi gialloblu la possibilità di acquistare presso le biglietterie del Tardini nelle sole giornate di Lunedì 28, Martedì 29, Mercoledì 30 marzo, un pacchetto per le due gare casalinghe a prezzo scontato. La promozione non vale per i settori Tribuna Centrale Est, Curva Sud e Curva Ospiti, comunque in vendita per la singola gara ai prezzi e nei giorni previsti dai listini di riferimento. Questi i prezzi del pacchetto promozionale:
Prezzo intero biglietti: Trib Petitot Centrale 180 euro (-70), Trib Petitot Lat 100 (-60), Trib Petitot Ovest 80 euro (-50), Curva Nord 18 euro (-22).
Prezzo ridotto biglietti: Trib Petitot Centrale 180 euro (-10), Trib Petitot Lat 100 (-10), Trib Petitot Ovest 80 euro (-5), Curva Nord (s. v. abb) 18 euro (-2).

TENIAMO ALTA LA TENSIONE - A presentare l'iniziativa gialloblu c'era l'amministratore delegato del Parma. Leonardi si è mostrato entusiasta e ha detto che "si tratta di una iniziativa che vale doppio davvero, da un lato mira a riempire lo stadio contro il Bari e con l'Inter, dall'altro permettere ai nostri tifosi ed abbonati di vedere le partite a prezzi ridotti. Facciamo veder che siamo vivi, lo dobbiamo fare con fatti del genere, compresa l'iniziativa che coinvolge i bambini delle scuole inferiori, presentata in settimana da Ghirardi e Vignali". Il gesto ammirevole da parte della società, mira infatti a riempire il Tardini per una gara, quella con il Bari, di estrema delicatezza. Il presidente ha invitato tutti a non abbassare la guardia, il suo appello è stato raccolto anche da Leonardi e dall'ambiente gialloblu. "Penso che quello di Ghirardi non sia un rimprovero, ha fatto bene ad invitare alla calma. Lui è il nostro punto di riferimento e concordo quando dice certe cose. Non dobbiamo pensare di essere già salvi, in queste settimane farò il possibile per tenere la squadra isolata da situazioni delicate e fare in modo che i ragazzi pensino solamente a disputare le otto finali nella tranquillità più assoluta".

VITTORIA CHIAMA VITTORIA - Concentrati fino alla fine, pensare solo al campo e cercare di stare tranquilli. "In fondo gli ingredienti per la salvezza sono questi - dice l'a.d. "Anche se un'eventuale vittoria contro i pugliesi non vorrebbe poi dire salvezza matematica. "Lo sappiamo, ma ci avvicinerebbe ulteriormente a quello che da qualche domenica è diventato il nostro obiettivo. La vittoria aiuta a stare tranquilli in questo campionato molto complicato per parecchie squadre. Squadre che come noi erano partiti con altri obiettivi e che a stagione in corso sono stati costretti a ridimensionare. Sarò tranquillo solo quando avremo raggiunto la soglia dei 40". Anche se ci sarà poco da gioire, lo dice Leonardi. "Dalla gara con il Cesena che abbiamo capito che il nostro obiettivo doveva essere quello della salvezza, da quella partita ci siamo calati nella parte. Non gioiremo, perchè questa squadra è stata costruita per altro, ma saremo consapevoli di aver scampato un pericolo".

CAMPIONATO DIFFICILE - Guai però a sottovalutare il Bari, "sarebbe da pazzi. Questo è un campionato molto strano, difficile. Infortuni, episodi, autogol, squalifiche, hanno determnato alcuni dei nostri risultati. Quello che è succeso al Parma è paradossale, ma noi non cerchiamo alibi. Non lo sono nemmeno i quattro squalificati - Giovinco, Galloppa, Dzemaili, Valiani ndr - perchè, indipendentemente da chi va in campo domenica, sarà una città a cercare la vittoria. Non pensiamo assolutamente che il Bari sia spacciato, ma noi abbiamo bisogno di vincere. Siamo come dentro un mare, stiamo nuotando verso la riva che vediamo appena. Sappiamo che la strada da fare è lunga, ma sappiamo che dobbiamo mantenere questi standard". Leonardi vuole tenere la squadra isolata da voci, come quelle di mercato, che in settimana, approfittando della pausa, sono rimbalzate nell'ambiente gialloblu. "Crespo ed Amauri? Hanno detto cose giuste. L'argentino ha dato priorità al Parma, l'ex Juve ha espresso la volontà di tornare alla Juve. Non sono affatto preoccupato, so bene quanto loro siano concentrati sul nostro obiettivo e so che tengono alla nostra causa, li vedo lavorare sodo e non ho di che preoccuparmi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
  • Sport

    L'Inter soffre, ma vince: al Parma restano solo i complimenti

  • Cronaca

    Covid: quasi 170 casi e un morto

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento