menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Marino: "Stiamo concentrati, non siamo ancora salvi"

Il tecnico gialloblu tiene alta la tensione dopo la gara vittoriosa di domenica contro la Samp. "Non bisogna mollare adesso, dobbiamo continuare su questa strada. Questa è una settimana importante anche se non si gioca"

Approfitta della sosta Marino, la benedice addirittura. La vittoria contro la Sampdoria firmata Zaccardo, ha portato un pò di serenità all'ambiente gialloblu, che non viveva una ripresa così da tempo, dal 25 gennaio, dal martedi dopo la vittoria contro il Catania. C'è ottimismo ora tra le facce stanche dei giocatori, logorati da impegni fisici si, ma anche morali. Tenere alta la concentrazione e la tensione in periodi come questi non è facile, bisogna poi pensare che il peso della classifica amplifica tutto, allora ecco che la sosta arriva come una manna.

RECUPERIAMO ENERGIE - "Ci serviva avere un periodo di pausa, la sosta arriva in un momento cruciale, ci può aiutare a recuperare energie e qualche giocatore può arrivare alla sfida contro il Bari in condizioni di forma ottimali. Purtroppo non potrò contare sugli squalificati, ben quattro (a Galloppa, che dovrà scontare altre due giornate, si aggiungono Dzemaili espulso, Valiani e Giovinco per il giallo pesante di domenica a Genova ndr). Tuttavia questa settimana ci servirà per provare qualcosa di diverso, non avendo la il peso della partita che incombe, ci concentreremo su altre cose, poi, dalla prossima in poi, cercheremo di puntare dritti al Bari, cercando di arrivare alla partita nella miglior condizione possibile. Non dobbiamo pensare assolutamente che si tratta di una gara facile, nel calcio nulla è scontato". Tensione giusta e gambe pronte, "per non vanificare quanto di buono fatto contro la Sampdoria".

RITORNANDO ALLA SAMP - Un passo indietro per guardare all'impresa che ha permesso al Parma, di fare un grande balzo in avanti in una classifica che lo vede staccato dalla zona retrocessione di quattro lunghezze. Marino però non si specchia nella buona prova, per carattere e risultato, mostrata a Marassi e invita a tenere la guardia molto alta perchè ancora non è stato fatto nulla. "Contro i blucerchiati mi è piaciuto il fatto che la squadra si è fatta trovare pronta per lottare, fino alla fine. Il gioco non è stato dei più belli, ma in quel momento non serviva poi a tanto. Una gara non semplice, ma importante, perchè ottenuta in trasferta e perchè è arrivata contro una diretta concorrente. Considerando il punto di vista psicologico è una vittoria che vale doppio".

ATTENZIONE! - Per evitare che tutto si disperda, come è successo più volte in questa stagione, "bisogna mantenere la guardia alta, bisogna stare attenti perchè non siamo salvi. Assolutamente non bisogna pensare di essere già a posto così, nemmeno stare a guardare quello che fanno gli altri, perchè il nostro cammino dipende solo da noi. Fare il possibile per arrivare presto alla quota designata per la salvezza". A vederla così, i fatti sembrano dare ragione a Marino. "Cambiare allenatore a volte serve per dare la scossa alla squadra. Meno male che il Parma non lo ha fatto - dice sorridendo. Ad un certo punto, quando la squadra non funzionava come ci si aspettava, abbiamo cambiato modulo e qualcosa di buono è avvenuto. Dopo la vittoria contro la Juventus pensavo che la nostra stagione potesse avere una piega diversa, ma abbiamo mostrato limiti caratteriali notevoli che ci hanno portato a fare un'altra strada".

ARBITRI, BASTA - Colpa anche di episodi poco favorevoli, vedi il rigore inesistente di domenica assegnato per fallo di mano di Volta, addirittura. "Non so se riusciremo a compensare gli episodi, di solito si dice così, ma non so se ci riusciremo. Anche domenica abbiamo rischiato di rovinare una buona prova per colpa di un errore di valutazione. Fischiare fallo per un mani di Volta nella nostra area ha dell'incredibile, ma noi siamo andati avanti. Questo tipo di errori portano al nervosismo che poi pesa anche sulla gestione della partita e sulle gambe dei giocatori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Sport

    Ennesima rimonta, il Parma non sa più vincere: con lo Spezia finisce 2-2

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento