menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Dzemaili: "Noi non dobbiamo avere paura di nessuno"

Il centrocampista crociato parla del Napoli, prossimo avversario al Tardini, del momento della squadra e degli arbitri. "Se non ci lamentiamo noi che abbiamo avuto contro nove rigori, non deve farlo neanche il Napoli"

Dopo i tre pareggi consecutivi contro Cesena, Roma e Chievo, il Parma si prepara alla sfida con il Napoli sapendo di galleggiare tra la zona calda e quella della tranquillità. Il peso della gara è importante, sia perchè si gioca contro una squadra forte, sia perchè il momento è di quelli poco tranquilli. La classifica si è accorciata ulteriormente e solo un punto separa i ragazzi di Marino dalla cosiddetta zona a rischio.

NESSUNA PAURA - Lo sa, Dzemaili. Il centrocampista gialoblu si dice preoccupato, ma non più di tanto. "Vedo una squadra che ha grande voglia di reagire, di fare bene. Non abbiamo nessuna paura di affrontare il Napoli. Loro vengono da un periodo poco positivo, non è facile nemmeno per loro affrontarci. Bisogna vincere per cercare di fare i punti che ci permettono di stare tranquilli, ce la metteremo tutta come al solito. La settimana è appena iniziata, siamo pronti". non teme Lavezzi, rientrato dalla squalifica, ma riconosce che "nel Napoli c'è molta qualità in avanti, cosa che è presente anche da noi. Se li aspetteremo? Non fa parte di noi, come in ogni partita siamo pronti ad esprimerci secondo quelle che sono le nostre caratteristiche. Faremo del nostro meglio".

IL CHIEVO E GLI ARBITRI - Facendo un passo indietro e tornando alla gara contro il Chievo, Dzemaili ammette che "è stata un'occasione persa fino allespulsione. Fino al fallo di Paletta potevamo vincere, è vero, poi se andiamo a guardare il resto della gara ci accorgiamo che è stato un punto importante. In dieci abbiamo rischiato di perdere, ma nella squadra ho visto la giusta voglia di soffrire, di lottare, elementi che servono per tirarci fuori da questa situazione". Intanto la partita è già cominciata. De Laurentis si è lamentato parecchio del trattamento riservato al suo Napoli dagli arbitri, con particolare riferimento alla gara dei partenopei contro il Brescia. "Questo Napoli dà fastidio", ha detto. Dzemaili pacato, riconosce che "gli errori arbitrali sono cose che capitano, non solo al Napoli. Noi abbiamo avuto contro nove rigori, ma non facciamo drammi. Gli arbitri possono sbagliare, come noi giocatori".

NUOVO MODULO E CALENDARIO - Ora però il è il Parma che non può più sbagliare. Il calendario è di quelli difficili, ma Dzemaili e compagni non lo temono. "Non possiamo avere paura di affrontare il Napoli o un'altra grande squadra. Ogni partita per noi è quella buona per fare punti. Non dimentichiamoci che abbiamo battuto la Juventus in casa loro, l'Udinese qui. Credo che possiamo e abbiamo il dovere di fare bene". Battuta finale dedicata anche al modulo utilizzato da Marino, che lo vede "più propenso al tiro, ma anche molto attento in copertura. Ogni modulo ha le sue caratteristiche. Mi trovo bene qui, non credo che si tratti di un sistema di gioco dettato dalle esigenze. Non giochiamo più come prima, ma il lato positivo è che subiamo poco".

PARLA ANCHE LEONARDI - Degli arbitri, del Napoli e del suo presidente ha parlato anche l'a.d Leonardi, intervenuto ai microfoni di Radio Marte"Le dichiarazioni di De Laurentiis? Rispetto il pensiero di tutti. Sono d'accordo sulla differenza tra le tre genoveffe e le cenerentole della serie A, specie per quanto riguarda la suddivisione delle risorse tra le varie squadre. Per quel che riguarda gli errori arbitrali, è innegabile che ci sono e, secondo me, per eliminare ogni dubbio ci si potrebbe affidare alla tecnologia. Per gli altri tipi di errori ho preso la mia posizione, nonostante siamo in testa alla classifica dei rigori contro, avendone subiti 9. Ho deciso di non parlarne, specie nel postpartita. Questo perché le lamentele e le discussioni dei giorni successivi mettono gli arbitri in una condizione di scarsa serenità e di non essere poi abbastanza lucidi nei giudizi. Invece sento presidenti, dirigenti che ogni giorno presentano dossier e cose simili su presunti torti arbitrali". L'ad passa poi a parlare di Parma-Napoli: "Noi dobbiamo invertire la tendenza specie nelle partite in casa. Rafforzo l'invito del mio presidente ad Aurelio De Laurentis a venire a Parma. Sebbene tutti sappiano quanto sia legato ai tifosi napoletani, ripeto che però contro il Napoli ci servono punti".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Attualità

Aree verdi: 250 mila euro per i nuovi giochi bimbi

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento