menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Jonathan Biabiany travestito da "Fulmine nero"

Jonathan Biabiany travestito da "Fulmine nero"

Parma, parla Biabiany: "Con il Catania è una gara fondamentale"

Il laterale francese, al mercatino di Natale del Centro Torri parla dell'ultima partita. "Abbiamo avuto un calo psicologico nella ripresa ma siamo riusciti a rimediare. Ora dobbiamo vincere con il Catania"

Jonathan Biabiany, il fulmine nero, superpotere: scatto bruciante! Questa la didascalia posta sotto la sua immagine cartoonizzata. Al mercatino natalizio del Centro Torri, per promuovere il calendario benefico "Supereroi crociati" insieme all’ideatore del progetto, ovvero il presidente di Parma Football School Marco Marchi, c'era proprio Biabiany in persona.

CHE AZIONE - In carne ed ossa si presta volentieri a fotografie di rito e alla firma di autografi, da protagonista. Dopo esserlo stato anche in campo nella gara contro il Lecce, che lo ha visto tra i migliori della squadra di Colomba. L'azione che ha sloccato la partita, quella serpentina esaltante che lo accosta ad uno sciatore, scomodando persino paragoni illustri, ritrae effettivamente le caratteristiche menzionate precedentemente. "Il fulmine" dallo scatto bruciante ha messo in imbarazzo la retroguardia del Lecce, guadagnandosi il calcio di rigore trasformato da Floccari. "Sono andato via dalla marcatura di Ferrario, mi aveva toccato anche prima ma non sono caduto. In area ci ha riprovato, sono caduto anche per la stanchezza, ero sicuro che mi avrebbe fischiato il rigore. Sinceramente mi sarei aspettato il fischio anche quando la mia girata è stata stoppata di mano, ma ci può stare che l'arbitro abbia deciso di far proseguire. Paura di perdere? Sul 3 a 1 sembrava una gara persa si, ma ci siamo guardati e abbiamo capito che potevamo farcela. Biabiany (3)-5Sul 3 a 2 ci abbiamo creduto ancora di più, poi grazie a Galloppa e al suo bellissimo gol, siamo riusciti a portare a casa un punto. Ora dobbiamo cercare la vittoria in uno scontro diretto, affontiamo il Catania che sta bene. Noi vogliamo riscattarci dalla prestazione di ieri, volevamo fare risultato pieno ma non ci siamo riusciti. Per questo cerchiamo di sfruttare quella che per noi sarà una partita fondamentale. Penso che sia stato psicologico, abbiamo spinto fino alla fine, leggerezza e non siamo entrati concentrati. Il Catania è una squadra in forma e molto brava in fase offensiva. Dobbiamo stare attenti a quelli che giocano davanti senza dimenticare che siamo a casa nostra e vogliamo fare bene".

TIFOSI, AIUTATECI - Ieri Biabiany ha fatto la seconda punta, al fianco di Floccari. Un ruolo non nuovo, dato che più volte lo ha dovuto e saputo interpretare. Anche ieri se l'è cavata bene, ammettendo la sua duttilità. "Non ho problemi - dice il francese - faccio quello che dice il mister e gioco dove c'è bisogno". Contro Montella ci sarà bisogno, oltre che dei tre punti per chiudere bene l'anno, della spinta dei tifosi che ieri ci sono andati giù pesante, con fischi e insulti diretti ai calciatori, rei secondo loro di non onorare la maglia. Biabiany li richiama sulla retta via, somministrando loro la ricetta giusta, la vittoria. "E’ chiaro che quando vinci è sempre tutto più facile: penso che con una vittoria saranno contenti. Speriamo che vengano a darci una mano con il Catania, perché ne abbiamo bisogno, è una partita fondamentale per noi. Ci hanno contestato sul 3 a 1 e ci stanno i fischi, abbiamo preso gol uno dietro l'altro. La squadra ha dato tutto però, portando a casa un punto e mostrando una grande reazione".

PFS E CHARLIE - Al mercatino di Natale del Centro Torri c'è anche Marco Marchi, ideatore del progetto "Supereroi crociati". marco-marchi-pfs-2I calendari benefici pro Charlie serviranno all’acquisto di un'ambulanza. "I supereroi nascono per raccontare ai bambini di Parma Football School il calcio in modo diverso. Rappresentano un sogno da imitare e qualcosa da raggiungrere. I giocatori sono già importanti, poi trasformati in supereroi ci aiuteranno a dimostrare come facile sognare, diventare grandi e giocare a calcio. Aiutiamo la Croce Rossa con questi calendari, i cui proventi serviranno per comprare un caravan. Energia fair play, benessere sono al massimo nei nostri giocatori".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Inquinamento: via libera ai diesel Euro 4 fino a lunedì 8 marzo

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid, aumentano i ricoverati al Maggiore: "Giovani vettori del virus"

  • Cronaca

    Vaccini anti-Covid, a Parma superata quota 50.000

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento