menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Colomba: "Il campionato non è finito, ripartiamo"

A salvezza raggiunta, mister Colomba cerca di fare il punto sulla situazione. "Siamo più leggeri, non abbiamo l'obbligo del risultato, ma dobbiamo continuare per rispetto di chi ci segue. Voglio una bella risposta"

Dopo il risultato di Marassi nella notte della Lanterna, dopo che Boselli ha ridato, all'ultimo respiro, il sorriso che Pozzi aveva per un attimo cancellato dal volto del Parma, dopo l'impresa di Colomba e la matematica certezza di poter disputare anche il prossimo anno il massimo campionato, un manipolo di tifosi accoglie la ripresa degli allenamenti in vista della gara contro la Juventus.

GRAZIE PARMA - Al termine di una corsa, che per il mister è durata poco più di un mese, con ancora due gare a disposizione, l'obiettivo è stato raggiunto. Allora i titoli di coda vengono anticipati dai ringraziamenti, che la città fa a Colomba e che Colomba fa alla squadra. “Sono stato diversi mesi a rodermi il fegato e mi sono reso conto di quanto sia tutto un po’ precario, fino alla chiamata del Parma che mi ha restituito a quello che è il mio lavoro. Devo ringraziare la società che ha creduto in me. Nel periodo in cui sono stato fermo ho avuto modo di vedere le squadre della Serie A, e quelle che sviluppano un buon calcio lo fanno perché hanno buoni calciatori: questo vale per le squadre che lottano per lo scudetto e per quelle che lottano per non retrocedere.”

LAVORIAMO PER DOMENICA - Non vuole sentir parlare di riposo, il sergente-salvezza. Da quando è arrivato, togliendo la gara contro la Lazio, in cui neppure aveva demeritato, il Parma è apparso più carico, grintoso, capace di segnare 7 gol e subirne meno della metà. "Bisogna continuare su questa strada. Questa settimana sarà più leggera solo a livello di tensioni. Aver risolto il problema salvezza ci solleva da un senso di responsabilità, ma il lavoro è bello anche senza la tensione del risultato a tutti i costi, è bello anche solo per il gusto di fare risultato. Abbiamo voglia di continuare a fare bene, per noi e per tutti quelli che ci seguono".

DIMOSTRAZIONE IMPORTANTE- Dopo la conferma da parte del Presidente Ghirardi anche per la prossima stagione, si potrà pianificare il lavoro, soprattutto in chiave mercato mercato. “Mi piace identificare i ruoli che voglio coprire, poi tutto è legato alle proposte dal mercato e della società, perché la dirigenza ha una fitta rete di osservatori che ti può portare giocatori che non conosci ma che sono stati visti e rivisti dai vari osservatori. Credo che l’allenatore debba fare il suo lavoro. La gara di domenica? Sarà un buon test sotto il profilo mentale, perché raggiunto il traguardo dovremo dimostrare di essere quelli delle ultime gare anche a salvezza conquistata”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Riesplodono i contagi: 164 nuovi casi e 2 morti

  • Cronaca

    Pizzarotti: "Contagi a rimbalzo: dobbiamo tenere duro così"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento