menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vigilia contro la Samp, appello di Crespo alla città: "Tutti allo stadio"

L'attaccante argentino ottiene di interrompere il silenzio stampa per rivolgersi non solo ai tifosi, ma a tutti i parmigiani. "Siamo in difficoltà e per uscire da questo momento è necessario essere uniti"

E' una vigilia delicata quella che anticipa Parma-Sampdoria, gara finale che completa l'undicesima giornata di Campionto. Tanto delicata cheHernan Crespo si fa portavoce del momento particolare del suo Parma, interrompendo il silenzio stampa ordinato dalla società per rivolgere un'appello a tutti. "Non solo ai tifosi - dice il bomber - ma a voi giornalisti e a tutta la città".

Crespo riconosce che "Siamo in difficoltà, non possiamo negarlo, si parla di un progetto su cui abbiamo investito, ma stiamo vivendo un periodo difficile che non ci aspettavamo. Bisogna capire la gravità della situazione. Proprio per questo - continua - chiedo a voi di svestirvi dei panni che indossate, io per primo mi spoglio del mio essere calciatore e faccio il tifoso. Voi che scrivete, voi che la pensate diversamente, siate tifosi." 

E' commosso Crespo, "Ringrazio voi che siete qua e che diffonderete l'appello. Prorpio per questo - dice l'argentino - non voglio parlare di formazione, di schemi, di gioco, nè dell'allenatore, nè della società. Sono stato io a volere questa conferenza prorpio perchè bisogna parlare di sentimenti. Mi rivolgo a chi si emoziona vedendo la maglia crociata,i colori gialloblu. Mi rivolgo alla città che conosco da anni, la prima che mi ha adottato, che è piena di forza. Bisogna tirare fuori il carattere, sono certo che solo così possiamo uscire da questa situazione".

Evidentemente il tuono di Ghirardi, lunedì sera in diretta telefonica alla trasmissione Calcio & Calcio in onda su Teleducato, ha scosso tutto l'ambiente. Aveva detto di voler vedere"i giocatori bruciare l'erba, non è solo colpa dell'allenatore. Sul banco degli imputati ci sono tutti". Hernan si è sentito chiamato in causa e, dall'alto della sua esperienza, prova a scuotere i suoi.

"Non è semplice tornare ad essere grandi - continua Crespo - ma spero e credo che raggiungeremo questo obbiettivo. Come? Con l'aiuto di tutti. Non solo staff tecnico, staff medico, ma anche magazzinieri, tifosi, giornalisti, città. A partire da quelli che scendono in campo, non importa chi. Bisogna giocare per la maglia.

Cerca di fare il punto sulla situazione dell'attacco. "Ho sentito e letto molte cose. Fare gol è il mio lavoro. Se sono felice quando segno? Sono felice quando vedo la gente che gioisce per noi, perchè prima di tutto sono tifoso. Ho sentito i fischi, meritati o no, mi hanno fatto male. Tifosi bisogna esserlo fino alla fine, anche se capisco che c'è del malcontento. Quando usciremo da questa situazione, ognuno tornerà al proprio posto, ma ora bisogna essere tutti tifosi. Non serve trovare il colpevole, criticare, stiamo vicini, compatti, allora ritorneremo ad essere il Parma."

"Dobbiamo dimostrare la forza che è in noi"

I tifosi replicheranno, alla decisione dell'Osservatorio di vietare la trasferta ai sostenitori della Samp che non hanno la tessera del tifoso vestendo, con la sciarpa gialloblu del Parma, anche quella blucerchiata. I Boys sono solidali con i fratelli blucerchiati con i quali sono uniti da un gemellaggio ventennale. Con un appello dal loro sito web, i Boys invitano chi andra' allo stadio a portare anche un vessillo della Samp.

I PRECEDENTI

Padroni di casa favoriti nelle sfide al Tardini con otto successi, cinque e pareggi con solo tre vittorie dei doriani. Parma e Sampdoria, tra Serie A e Serie B, si ritrovano di fronte in campionato per la 33.a volta. Il bilancio dei precedenti 32 confronti diretti (i primi 2 disputati in Serie B, i successivi 30 in Serie A) è favorevole ai blucerchiati, che si sono imposti in 13 occasioni (11 in A, 2 in B) contro le 11 degli emiliani (sempre A). I pareggi, tutti nella massima serie, sono 8.

IN CASA DEL PARMA
Il Parma, tra Serie A e Serie B, ospita la Sampdoria in campionato per la 16.a volta. Il bilancio delle 15 precedenti sfide andate in scena in terra emiliana (14 disputate in Serie A, una in Serie B) è favorevole ai padroni di casa che hanno vinto 7 volte (sempre in A) a fronte di 3 sconfitte (due in A, una in B).

L'ultimo pareggio è datato 11 dicembre 2005: Parma e Sampdoria chiusero sull’1-1 un match valevole per la 15.a giornata del campionato di Serie A 2005/06 andando rispettivamente a segno con Corradi al 25’ e con Bonazzoli all’84’. Nella passata stagione il Parma ha vinto 1-0 grazie alla rete di Zaccardo al 54'.

 

 

 

 

PROBABILI FORMAZIONI

PARMA 4-3-3

83Mirante, 5Zaccardo, 29Paletta, 6Lucarelli, 3Antonelli, 4Morrone, 10Dzemaili, 18Gobbi, 7Candreva, 86Bojinov, 8Marques. A disp: 1Pavarini, 51Dellafiore, 24Paci, 26Pisano, 13Angelo, 80Valiani, 9Crespo

All. Marino

 SAMPDORIA 4-4-2

85Curci, 78Zauri, 28Gastaldello, 6Lucchini, 3Ziegler, 11Koman, 17Palombo, 12Tissone, 8Guberti, 10Pazzini, 9Pozzi. A disp: 1Da Costa, 89Marilungo, 5Accardi, 16Poli, 26Volta, 4Dessena, 7Mannini

All. Di Carlo

Arbitro: Sig. Peruzzo  di Schio

Assistenti:  Sigg. Ghiandai - Giordano

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Viaggi in Europa: ecco cos'è il passaporto Covid

Attualità

Covid: a Parma quasi 45 mila vaccinazioni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento