menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Yves Baraye, dodicesimo gol stagionale - foto di Christian Donelli

Yves Baraye, dodicesimo gol stagionale - foto di Christian Donelli

Villafranca Veronese-Parma 1913 0-2 | Continua la corsa dei crociati che salgono a 53

Il centrocampista la sblocca su punizione al 57' dopo un primo tempo abbastanza incolore. Raddoppia il senegalese al 63' con un destro secco che mette in cassaforte la partita

Dal nostro inviato
Guglielmo Trupo

VILLAFRANCA (VR) - Apolloni mette un altro tassello. La casa non è ancora pronta, ma di questo passo, il Parma potrà essere al sicuro anche senza. Perché la sedicesima vittoria è figlia di una gara non bellissima, ma che rispecchia lo spirito combattivo di una squadra che non si arrende mai. Due reti, una di Corapi, al 57', simbolo della squadra pronta a reagire anche quando le cose non vanno benissimo. Il centrocampista comincia male, ma migliora a vista d'occhio e oltre al gol, diventa determinante in quella posizione di campo. Imprendibile se ci sono spazi, è l'ago della bilancia. La partita la mette in ghiaccio Baraye, con una stoccata delle sue su assit di Miglietta che migliora e prende familiarità con il mondo Parma. Musetti, entrato a posto di Melandri, si fa cacciare (ingiustamente), perché reagisce allo schiaffo di Fochesato che, non contento, gliene rifila un altro. Accenno di rissa e unica nota stonata in una giornata di festa. 

La partita non decolla, il Parma non sembra essere il solito, quello che aggredisce la gara e la porta subito sui suoi binari preferiti. Il possesso palla, non nettissimo nel primo tempo, non serve molto perché la squadra di Frutti sa arginarlo con merito. Il 4-4-1-1 dei veneti frena parecchio le folate offensive dei crociati che, senza Lauria, in tribuna con Guazzo e Longobardi, sembrano troppo prevedibili e a volte lenti nel far girare il pallone e trovare il varco. Una volta sola, a metà del primo tempo, Ricci ha l'occasione di sgroppare  e mettere  al centro, dove c'è Corapi libero di appoggiare in rete, ma il laterale si intestardisce e dopo una bella volata conclude in porta. Sbagliando. E non è l'unica occasione in cui il Parma manca di lucidità, perché la manovra lenta e impacciata, dipende anche e soprattutto dal pressing della squadra di Frutti che francobolla Corapi con la presenza costante di Cecco in un centrocampo a quattro che, in fase di non possesso, si serve anche di Vincenzi che rincula parecchio quando non ha il pallone. Il fantasista i fa male al 41' lasciando il posto a uno dei due acquisti dell'ultima ora, Masserdotti, ex Feralpi Salò. Malgrado non sia la miglior partita del Parma, la squasra di Apolloni riesce pure a creare qualche pericolo, ma la vena artistica di Baraye è un po' chiusa. Il senegalese in un paio di occasioni, si intestardisce e la prende come al solito, come una sfida personale, finendo per gettare alle ortiche qualche bella situazione.

LE PAGELLE 

Con le ali tarpate, il Parma prova la superiorità numerica attraverso le sovrapposizioni dei terzini. Con la manovra che stagna in mezzo, Mulas e Saporetti non sempre vanno a supportare l'azione e, se il romagnolo per caratteristiche tende a essere più guardingo, il toscano mostra più gamba e intraprendenza. Ed è proprio una discesa di Mulas che permette al Parma di avvicinarsi al vantaggio, che arriva grazie a una rete di Ciccio Corapi, la sesta in stagione con una punizione pazzesca che si infila sotto l'incrocio. Il Parma ha aperto la gara e ha cambiato le sorti di un tavolo che stava divantando difficile da gestire. Sugli spagli lasciati dalla squadra di Frutti, i crociati cercano di fare male e di ci riescono dopo un'oretta di gioco: filtrante di Miglietta che pesca Baraye in area. Destro forte che si insacca alle spalle di Cantamessa. Dodicesimo gol per il senegalese, che va a prendersi l'abbraccio dei tifosi, circa 400, accorsi a Villafranca. Apolloni perde Saporetti, toccato duro, al suo posto Agrifogli, ma guadagna un po' di tranquillità. Il suo Parma può gestire la partita come sa, anche perché Avanzi, ammonito, si fa espellere per fallo su Corapi. In dieci, il Villafranca non riesce a incidere e getta in mischia War. Apolloni risponde con Sereni al posto di Baraye, per concedere un po' di riposo al capocannoniere. Prima, Musetti aveva rilevato Melandri, uno dei migliori anche in terra veneta. 

LA DIRETTA 

IL TABELLINO

VILLAFRANCA VERONESE - PARMA 1913 0-0

Marcatori:

villafrancalogo-2VILLAFRANCA VERONESE (4-4-2): Cantamessa, Belfanti, Binatti, Fochesato, Avanzi, Cecco, Tanaglia; Matei, Vincenzi (dal 41' Masseredotti), Mella (dall'80' War); Ghezzi (dal 70' Di Fiori) . All: Frutti.

parma1913logo-2PARMA 1913 (4-2-3-1): Zommers; Mulas, Cacioli, Lucarelli, Saporetti (dal 70' Agrifogli); Giorgino, Miglietta; Ricci, Corapi, Melandri (dal 65' Musetti); Baraye (dall'80' Sereni). All: Apolloni

Arbitro: Berger di Pinerolo

Ammoniti: Binatti (V), Cacioli (P), Avanzi (V)

Espulsi: Avanzi (V)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Crolla il controsoffitto: Duc allagato

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: 88 nuovi contagi e 4 decessi

  • Cronaca

    I parmigiani e il vaccino: aumentano gli scettici

  • Attualità

    Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento