menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
foto D. Fornari

foto D. Fornari

VISTA DALLA CURVA | Saluti a quelli che ci davano per morti

Il racconto del super tifoso Luca Cavallina

Col vento in poppa i crociati battono l'Avellino e coronano una settimana perfetta conquistando tre vittorie in tre partite. Quando al novantacinquesimo il confusionario Marinelli di Tivoli ha fischiato la fine della contesa il primo pensiero di un tifoso sistemato al mio fianco è stato un eloquente “Non montiamoci la testa anche se stiamo finalmente giocando a calcio”.

Ai nostri basta un minuto per passare avanti: lancio dalle retrovie, difesa degli Irpini ancora a pranzo, Di Gaudio ne approfitta e con un bel piattone batte l'incolpevole Radu proprio sotto la Nord. La curva festeggia, incomincia fin da subito a cantare più forte anche in virtù dell'immediato vantaggio.

Il Parma continua a spingere, Scozzarella continua a macinare gioco ed i nostri sfiorano più volte il raddoppio sempre con Totò Di Gaudio. La curva apprezza e canta veramente forte, la solita criticona sistemata dietro di me anche oggi vede nero ma per nostra fortuna un bel mal di gola l'ha resa afona.

Il secondo tempo comincia sulla falsa riga del primo con i nostri all'arrembaggio e l'Avellino pronto a ripartire. Con lo scorrere dei minuti i campani aumentano l'intensità e seppur in maniera caotica chiudono i nostri in difesa tuttavia non accade praticamente nulla se non un doppio carpiato in area del “curvy” Di Tacchio punito con un bel giallo per simulazione. Il Parma quando riparte da sempre l'impressione di fare male ma Calaiò oggi è troppo tacco-dipendente ed esagera in virtuosismi sprecando alcune buone occasioni.

Man mano che il match si avvicina alla conclusione il pubblico inizia a sentire il peso e la tensione di una partita che andava chiusa prima. A spegnere ogni timore ci pensa il solito Roberto Insigne bravissimo a sfruttare un filtrante di Baraye. Due a zero. Buona domenica e tanti saluti a tutti coloro che ci davano per morti, il Parma oggi è secondo e, anche se dobbiamo tenere i piedi ben saldi a terra, è la terza partita consecutiva dove esprime un buonissimo calcio.

Opinione personale extra calcistica. Condivido al cento per cento lo striscione esposto dai Boys dietro al Petitot. Occupiamoci tutti di cose serie non delle ca...ate di quattro asini.

Di Luca Cavallina

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Al Family Food Fight trionfa Parma con i Dall'Argine

Attualità

Covid: a Parma oltre 124 mila vaccinazioni

Attualità

Tre nuove piste ciclabili: lavori per 1 milione e 150 mila euro

Attualità

Festa di Liberazione: ecco il programma del 25 aprile a Parma

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    I presidi: "Didattica in presenza al 100%? E' un azzardo"

  • Cronaca

    Bonaccini alza la guardia: "Serve prudenza, non è finita"

  • Cronaca

    Covid: a Parma vaccinate quasi 135 mila persone

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento