menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vivicittà: l'invasione dello sport a Sala Baganza

La manifestazione della Uisp ha fatto tappa nel parmense, coinvolgendo atleti, famiglie con bambini e istituzioni. Oltre 1500 i partecipanti per i tre percorsi, agonistico, non competitivo e naturalistico.

Oltre 1500 persone hanno fatto scoppiare la primavera correndo a Sala Baganza nella tappa parmense di Vivicittà, la manifestazione podistica organizzata dalla Uisp che si è svolta oggi in contemporanea in oltre 43 città italiane e 18 nel mondo.  Agonisti e neofiti della corsa, camminatori, famiglie con bambini e animali, neomamme con le carrozzine, gruppi di amici hanno solcato, tutti insieme appassionatamente, il territorio salese, per testare di persona lo slogan 2016 di Vivicittà: Liberi di muoversi. «Siamo molto soddisfatti dell'alta partecipazione- ha commentato Enrica Montanini, presidente Uisp Parma- Abbiamo potuto vedere come i partecipanti si siano distribuiti lungo tutti i percorsi, il naturalistico in particolare è stato particolarmente apprezzato. Vivicittà, che ha tra gli obiettivi la sostenibilità ambientale e la valorizzazione del territorio, si fa a Sala proprio perché è un paese che annovera diverse eccellenze, dal centro storico, con la Rocca e il Giardino farnesiano, ai Boschi di Carrega». Tre i percorsi affrontati dai “vivicittadini”: l'agonistico di 12 chilometri, il non competitivo di 12 o 6 chilometri, il naturalistico di 10 chilometri. Molto apprezzata la possibilità  di provare, il

gioca-orienteering, grazie alla collaborazione con la FISO. «Si è trattato di un'edizione eccezionale, senza incidenti di nessun tipo e baciata dal sole- ha sottolineato Gabriele Carpena, assessore allo sport di Sala Baganza- sono fiero che una manifestazione così bella, una vera festa dello sport, che promuove significati che vanno oltre lo sport, si sia svolta ancora una volta a Sala Baganza». Vivicittà infatti non è un'occasione meramente sportiva, l'obiettivo dei promotori è quello di promuovere, attraverso lo sport, la sostenibilità ambientale e l'inclusione sociale e di sostenere il progetto di cooperazione internazionale “Sport&Dignity” in Libano, a cui sarà devoluto 1 euro della quota iscrizione di ogni partecipante alla gara competitiva. La raccolta fondi riguarderà i rifugiati siriani in fuga dalla guerra civile che costituiscono un terzo della popolazione presente in Libano, in particolare i rifugiati ospitati nel villaggio di Jdeide Fekehe, dove l’Uisp, insieme all’ONG Terre des Hommes, ristrutturerà un campo sportivo polivalente. «Ringraziamo oltre al Comune di Sala ed ai Parchi del Ducato che hanno collaborato all'organizzazione, tutti i volontari coinvolti ed i sempre più numerosi partecipanti, tutti gli agonisti che hanno corso la gara competitiva- ha affermato Rocco Ghidini, responsabile Area Atletica Uisp Parma- il fatto che siano stati così numerosi, 280, nonostante la gara non sia inserita in nessun campionato, testimonia la condivisione da parte loro dei valori di inclusione e solidarietà che permea Vivicittà, una corsa all'insegna dello sport per tutti». A Vivicittà sarà affiancato “Vivicittà – porte aperte” in 26 carceri sul territorio nazionale. Il 13 Maggio, nel carcere di via Burla, detenuti, studenti dell’Istituto Pietro Giordani, istruttori e atleti UISP prenderanno parte ad una gara di resistenza a tempo e ad una di velocità sugli 80 metri. «Vivicittà è una manifestazione splendida per diversi motivi - ha dichiarato Cristina Merusi, sindaco di Sala Baganza- non solo perché permette a tutti di correre in luoghi belli, tra l'impianto sportivo Joker, il centro del paese e i boschi, e  di conoscere i territori del Parco dei Boschi, bellissimi da vivere e da correre, ma anche perché ha l'obiettivo di ricordarci chi è in situazioni di disagio; trovo che il coinvolgimento degli istituti di detenzione minorili dia un valore aggiunto alla manifestazione. Auguro a tutti i partecipanti di vivere per 365 giorni all'anno all'insegna dello spirito di Vivicittà».

Tra i 280 podisti che hanno partecipato alla gara competitiva primo classificato assoluto fra gli uomini è stato Marco Montorio della società “La Fratellanza 1874” che ha percorso i 12 Km in 41’10’’, mentre la prima classificata fra le donne è stata Lara Mustat del team “Minerva” con 49’45’’.Gruppo più numeroso l'atletica Manara con 42 iscritti.

Fra i partecipanti alla corsa non competitiva c'erano anche i ragazzi della Polisportiva Va Pensiero.

Dopo le premiazioni di rito si è svolto il <Viviparty> con il ristoro curato dal Gruppo Alpini e Protezione Civile di Sala Baganza che ha permesso a tutti di riprendersi dalle fatiche dell'attività fisica e dare il via al <terzo tempo> della manifestazione.

Enti promotori: Uisp Parma, Comune di Sala Baganza, Parchi del Ducato

Sponsor tecnici: Gazzetta di Parma, Conad Centro Nord, Iren Spa, Gruppo AutoZatti, Joker Center, Erreà Sport, Terre Ducali Parma.

Associazioni ed enti coinvolti: Assistenza Volontaria di Collecchio, Sala Baganza, Felino; Proloco di Sala Baganza; Associazione Sala Nostra; Gruppo comunale di Protezione Civile Sala Baganza; Gruppo Alpini Sala Baganza; Gruppo Alpini Avis Crocetta e Ospedalieri; Corpo Unico di Polizia Municipale dell' Unione Pedemontana Parmense.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Fidenza Village: aperta una cantina con cucina Signorvino

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Ritrovato il corpo di Andrea Diobelli

  • Cronaca

    Montagna stregata: altra vittima sul Marmagna

  • Cronaca

    Coronavirus, a Parma 157 casi 5 decessi

  • Cronaca

    Bonaccini: "Se i contagi aumentano, pronti a chiudere le scuole"

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento