Martedì, 16 Luglio 2024
Volley

Volley A3, il derby va a Parma: battuta Bologna in volata

Finale 3-2

La WiMore Parma cala il poker aggiudicandosi al tie-break  il derby emiliano con Bologna battuta in volata al PalaRaschi per 3-2 (25-20, 25-20, 23-25, 18-25, 16-14) come era già accaduto nella gara d’andata ma non senza soffrire, soprattutto, nella seconda parte di gara.

Quando gli ospiti, sotto 2-0 e 20-16 nel terzo set, hanno intrapreso una rimonta impensabile, simile a quella realizzata due anni fa nei Play Off promozione in Serie B, giocandosela alla pari fino all’ultimo scambio e non concretizzando un match ball prima di subìre ai vantaggi la quinta sconfitta consecutiva. Quattro, invece, le affermazioni di fila dei gialloblù che si trovano ora al sesto posto solitario in classifica a quota 25 e raggiungono la doppia cifra come numero di vittorie nel Girone Bianco del campionato nazionale di Serie A3 Credem Banca.

Il tecnico Andrea Codeluppi conferma Chakravorti in regia, Dimitrov opposto, Rossatti e Reyes in banda, capitan Sesto e Fall al centro e Cereda da libero, il collega Marzola schiera il palleggiatore Lusetti, l’opposto Lugli, gli schiacciatori Vinti e Maletti, ex di turno, i centrali Grottoli e Orazi e Gabrielli nel ruolo di libero che vanno sotto immediatamente per 2-0 ad opera di Reyes, recuperato dalla “pipe” di Maletti (2-2), prima del muro di Dimitrov (8-6) che consente di mantenere un minimo vantaggio. L’ace dello stesso Dimitrov allarga il gap (11-8) ulteriormente ritoccato dal muro di Chakravorti (14-10). Un altro muro di Dimitrov (16-11) e l’ace di Chakravorti (17-11) indirizzano il primo parziale, tra le fila dei rossoblù entra Govoni al posto di Lusetti poi Ballan per Grottoli al centro, caratterizzato anche dall’attacco di Rossatti dalla seconda linea (19-12). Dopo l’ingresso di Guerrini, Bologna ha un sussulto d’orgoglio (da 22-12 a 22-17) ma ad archiviare la pratica, spazio anche a Ferraguti tra i padroni di casa, alla terza chance ci pensa il muro di Sesto (25-20), che supera quota 1700 punti in carriera. L’ace di Orazi (3-4) inaugura il secondo set ribaltato dalla diagonale di Rossatti (5-4) e dal “mani out” di Dimitrov (7-5). Il muro di Vinti vale l’aggancio (10-10), il centesimo punto di Dimitrov in Italia direttamente dalla linea dei nove metri assicura il mini break (13-11) accentuato dalla “pipe” di Rossatti (14-11), dal primo tempo di Fall (17-13) e dall’ace di Sesto (18-13). A completare l’opera provvedono il muro di Sesto (24-19) e il tocco di seconda di Chakravorti (25-20), che replicano il risultato già maturato in precedenza. Il muro di Reyes (2-0) sembra mettere in discesa il terzo in cui il pubblico applaude il contrattacco di Rossatti (4-1) su una difesa super di Chakravorti, seguito dall’ace di Dimitrov (5-1) e dai due “rossi”, uno per parte, all’allenatore ospite Marzola e a Reyes (6-2) che poi firma il doppio servizio vincente (8-2) prima dell’ennesima “magia” sotto rete di Chakravorti (9-2). Il muro di Ballan riapre i giochi (9-5) chiusi temporaneamente dal pallonetto di Dimitrov (13-6) poi Lugli riporta i suoi a meno tre (15-12) in un tentativo di riavvicinamento sventato dalla parallela di Dimitrov (17-14) e dall’ace di Sesto (19-15). Poi, come già successo una settimana fa al cospetto di Macerata, il black out dei ducali, dal 20 a 16 a proprio favore, cambia l’inerzia, complice anche l’inserimento di Guerrini al di là della rete: il muro di Lugli (21-19) e la “fast” di Orazi (21-20) riaccendono le speranze felsinee rinvigorite dall’invasione di Fall (21-21) e ancora di più dall’ace di Guerrini (22-23) in una volata sul filo del rasoio che premia Bologna grazie al “mani fuori” di Lugli (23-25).

Il muro di Guerrini in avvio di quarto conduce allo 0 a 3 nel momento più delicato per i gialloblù che incassano il contrattacco di Lugli (4-9). I muri di Fall e Dimitrov accorciano le distanze (7-9) ripristinate dal muro di Orazi (10-13) ma sono ancora il primo tempo e il muro di Fall (16-17) a tenere a galla la squadra affossata nella fase clou da qualche errore di troppo (16-20). Beltrami sostituisce Dimitrov però il muro di Orazi (16-21) e l’ace di Lugli (17-23) pongono una serissima ipoteca sul prolungamento del match al tie-break certificato dal muro e dall’attacco di Maletti (18-25). Il rientro di Dimitrov e la novità Daniel Codeluppi nel sestetto del quinto e decisivo set “stappato” dalla parallela di Dimitrov (3-1) cancellata dal muro di Orazi (3-3) e dal “mani out” di Maletti (3-4) che anticipano l’errore di Dimitrov al servizio (6-8). Rossatti ritrova la parità (8-8) al cambio campo, Orazi a muro ristabilisce il prezioso margine (8-10) annullato dalla diagonale fuori misura di Guerrini (10-10). Maletti si procura il primo match ball (13-14) capovolto dallo strepitoso ace di Dimitrov (15-14), utile ad apparecchiare la tavola al pallonetto di Daniel Codeluppi (16-14) che regala la quarta vittoria di fila al fotofinish. A fine incontro lo schiacciatore Daniel Codeluppi, autore del punto finale, festeggia pur sottolineando il rammarico per il mancato bottino pieno. “Peccato perché eravamo avanti due a zero e stavamo giocando una pallavolo bellissima, vista anche da fuori, poi si è spenta un po’ la luce: loro sono risaliti, noi abbiamo fatto fatica e forse questo è un punto perso però si tratta della quarta vittoria di fila e vediamo il bicchiere mezzo pieno. Il mio ingresso nel quinto set? Bologna stava recuperando, era in fase positiva e lo staff mi ha chiesto se me la sentissi di entrare e ho risposto di sì. E’ una vittoria che dà morale, adesso andiamo a Fanoche è una squadra veramente forte allestita per vincere il campionato ma non abbiamo niente da perdere, ce la giochiamo e cerchiamo di stare nella parte alta della classifica. L’ultimo punto -sorride- è stato un colpo d’esperienza, è andata bene e con un po’ di fortuna l’abbiamo chiusa”. Prossimo impegno in programma domenica 22 gennaio 2023 alle 19 in casa della capolista Vigilar Fano, corsara a San Giustino e ora da sola al comando.

Wimore Parma-Geetit Bologna 3-2 (25-20, 25-20, 23-25, 18-25, 16-14)
Parma: Chakravorti 5, Dimitrov 28, Rossatti 17, Reyes 6, Sesto 8, Fall 15, Cereda (L), Ferraguti, Beltrami, D.Codeluppi 2. N.e. Colangelo, Zecca (L), Bussolari, Chirila. All.: A.Codeluppi-Borghi.
Bologna: Lusetti, Lugli 19, Vinti 6, Maletti 14, Grottoli, Orazi 10, Gabrielli (L), Govoni, Ballan 3, Guerrini 21, Donati 2. N.e. Serenari (L), Oliva. All.: Marzola-Vanini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Volley A3, il derby va a Parma: battuta Bologna in volata
ParmaToday è in caricamento