rotate-mobile
Mercoledì, 25 Maggio 2022
Volley

La Wimore si spegne alla distanza: tie break fatale

Nello scontro diretto al PalaRaschi i gialloblù, avanti 2-1, subìscono in rimonta la prima sconfitta stagionale tra le mura amiche dal Viadana, ora a tre punti con una gara in meno

Prima sconfitta casalinga stagionale per la WiMORE Energy Parma che, avanti 2-1 nello scontro diretto al PalaRaschi, cede alla distanza al Viadana Volley, ora risalito a tre lunghezze dal secondo posto con una gara in meno. Una battaglia decisa al tie-break (23-25, 25-17, 25-21, 20-25, 9-15) che, in pratica, lascia invariati i giochi in vista del match di ritorno in programma il prossimo 26 marzo, probabilmente decisivo in ottica play-off. Non mancano i rimpianti tra le fila dei gialloblù che, ancora privi di Bartoli e Maletti, erano riusciti a ribaltare il risultato e parevano ben avviati anche nel quarto set prima di un improvviso black out, più fisico che mentale, da cui la squadra non ha più saputo rialzarsi uscendo comunque dal campo a testa altissima.

Il tecnico Davide Zanichelli schiera Colangelo in regia, la novità Cuda da opposto, gli schiacciatori Codeluppi e Ferraguti, i centrali Bussolari e Gentile e il libero Andreini, al di là della rete Viadana, infarcita di tanti ex, replica con il palleggiatore Bellei, l’opposto Beltrami, il duo Colella–Silva in banda, Bassoli e Maggi al centro e Daolio nel ruolo di libero provando subito a scappare grazie a Silva (3-5) rintuzzato dal muro di Bussolari (6-6). L’ace di Colella vale il nuovo allungo (9-12) consolidato dal muro di Bassoli (9-13) che provoca il primo time out di Parma e la reazione di Cuda (11-13). La parallela di Beltrami (12-16) e il muro di Silva (12-17) incrementano il gap mantenuto dal contrasto di Maggi (14-19) che precede la girandola di sostituzioni (da un lato Boschi e Muroni per Cuda e Colangelo, dall’altro Ferrari Ginevra a dar manforte in battuta) e la difesa super di Andreini (17-20) seguita dal muro di Ferraguti (19-21). Montani rimpiazza momentaneamente Beltrami poi è Codeluppi a trovare il 23 pari sul servizio di Ferraguti ma si tratta solo di una gioia effimera perché, nonostante l’ingresso di Barbieri in seconda linea, il “mani out” di Silva chiude il primo parziale in favore degli ospiti (23-25).

Nel secondo set c’è Boschi tra i titolari in un inizio decisamente positivo per i padroni di casa che volano 6 a 3 con il muro di Bussolari e, dopo il tentativo di riavvicinamento ad opera di Colella (8-7), si affidano allo “smash” di Ferraguti (10-7) e al muro di Gentile (11-7) ricostruendo un buon margine fino al 12-7 e al time out chiamato da Viadana. La difesa di Cuda e il pallonetto di Boschi esaltano il pubblico e conducono al 18-13 legittimato da due punti consecutivi di Ferraguti (20-13), entrambi propiziati dall’efficace servizio di Bussolari. Coach Panciroli corre ai ripari e inserisce Carnevali ma il divario è ormai incolmabile e a riequilibrare i conti provvede l’ace di Gentile (25-17).

Nel terzo Colella trascina i suoi in principio (4-6) poi si prende la scena l’incontenibile Ferraguti, autore di ben 28 punti con il 59% in attacco, che aggancia gli avversari (6-6) e firma il vantaggio (10-8) conservato dal contrattacco di Cuda (13-11) e dal primo tempo di Bussolari (16-13). Dopo il time out il muro di Bassoli (17-16) e la diagonale di Beltrami, per l’ex di turno, top scorer dell’incontro, ben trenta palloni messi a terra, ristabiliscono la parità (17-17) ma ci pensa il muro di Ferraguti (20-17) a spostare la bilancia dalla parte di Parma. Barbieri rientra ad aiutare la ricezione e la parallela di Cuda completa l’opera (25-21) consentendo di portarsi sul 2-1.

Il quarto set è inaugurato dall’ace di Bassoli (1-3) a cui rispondono quello di Bussolari (6-7) e la parallela di Ferraguti (8-8). Al muro di Caramaschi (12-13) ribatte l’altro muro di Bussolari (14-13) e l’errore di Beltrami produce il 16-14 e l’interruzione di gioco dei mantovani. Che, complice un evidente calo fisico della WiMORE, piazzano un break micidiale di 0-7 determinato dagli attacchi di Beltrami e Colella e da due muri in stecca di Bassoli (16-21), funzionali a cambiare l’inerzia della partita. L’ace di Ferraguti (19-22) prova invano a dare la scossa al sestetto (Zanichelli si gioca la carta Muroni al servizio) tramortito dal muro di Caramaschi (20-25).

Si arriva al tie-break, dove l’attacco di Cuda dalla seconda linea illude il team ducale superato dalla diagonale di Beltrami (4-5), dentro Colangelo per Boschi, e troppo falloso di fronte a Viadana che non sbaglia più niente e si presenta sopra di tre al cambio campo (5-8). Colella ha il braccio caldo e dilata il distacco (7-11) allargato ulteriormente dal muro di Beltrami (7-12) e da Bassoli (7-13). In un monologo chiuso dalla “pipe” di Colella (9-15) che consegna un successo preziosissimo agli uomini di Panciroli e Gualerzi ma, allo stesso tempo, non affossa Parma, crollata nel finale ma ancora in seconda posizione in piena zona play-off.

Primo ko sotto la gestione dell’allenatore Davide Zanichelli, che finora aveva raccolto quattro vittorie di fila e sempre in condizioni d’emergenza. “Avevamo degli equilibri abbastanza precari, abbiamo avuto quel black out nel quarto set che ci ha penalizzato tanto. Siamo arrivati a quel punto con tante energie già sprecate e non ne avevamo più. Senza Bartoli sapevamo che sarebbe stata una partita molto impegnativa, addirittura avanti 2 a 1 si poteva fare risultato pieno. Peccato però la squadra ha giocato e lottato, forse abbiamo mollato un po’ troppo presto in quel frangente lì e avremmo potuto fare meglio al tie-break. Questa sconfitta ha accorciato di un solo punto le distanze tra noi e loro quindi ce la giocheremo al ritorno. Adesso sono tutte partite durissime, bisognerà giocare palla su palla”.  Prossimo impegno in programma sabato 12 marzo alle ore 17,30 al PalaRaschi con la Consar Ravenna, terzultima in classifica, che all’andata si impose a sorpresa al tie-break in terra romagnola.

Qui, di seguito, il risultato ed il tabellino della partita tra WiMORE Energy Parma e Viadana Volley valida per il recupero dell’undicesima giornata del girone E del campionato di Serie B maschile:

WiMORE Energy Parma-Viadana Volley 2-3 (23-25, 25-17, 25-21, 20-25, 9-15)

WiMORE ENERGY PARMA: Colangelo, Cuda 20, Ferraguti 28, Codeluppi 6, Bussolari 10, Gentile 6, Andreini (L), Boschi 1, Muroni 2, Barbieri. N.e. Schivazappa. All.: Zanichelli-Meli

VIADANA VOLLEY: Bellei, Beltrami 30, Colella 23, Silva 16, Maggi 4, Bassoli 10, Daolio (L), Ferrari Ginevra, Montani, Carnevali, Caramaschi 2, Chiesa. N.e. Bertoli. All.: Panciroli-Gualerzi

ARBITRI: Francesco Maderna (Milano)-Davide Coppola (Milano)

RISULTATI RECUPERI UNDICESIMA GIORNATA GIRONE E SERIE B:

WiMORE Energy Parma-Viadana Volley 2-3 (23-25, 25-17, 25-21, 20-25, 9-15)

Sab Group Rubicone-National Transport Villadoro 3-0 (25-23, 25-19, 25-23)

CLASSIFICA GIRONE E:

Stadium Mirandola 40; WiMORE Energy Parma 34; Viadana Volley* 31; Moma Anderlini, Querzoli S.Volley Forlì 27; Nat.Transport Villadoro 26; Ama San Martino*, Sab Group Rubicone* 22; Kerakoll Sassuolo* 16; Consar Ravenna* 9; Niagara 4 Torri Ferrara* 4; Modena Volley 1.

*una gara in meno

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Wimore si spegne alla distanza: tie break fatale

ParmaToday è in caricamento