menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parma, parla Zaccardo: "Campionato strano, dobbiamo fare punti"

Il difensore parla del momento dei gialloblu e della delicata trasferta di Brescia. "Squadra forte in attacco. Una diretta concorrente, da battere a tutti i costi, anche se non sarà facile. Il mercato? Se arrivasse un offerta..."

Il calciomercato può attendere, il Brescia no! Dopo le smentite arrivate da Genova, sponda blucerchiata per lo scambio Pozzi - Bojinov, dato per imminente anche da Sky Sport 24, il Parma lavora in vista della trasferta di domenica pomeriggio al Rigamonti, dove ad attendere la squadra di Marino, ci sarà un Brescia "tutt'altro che abbordabile - dice Zaccardo. Si tratta di una trasferta molto importante, da vincere assolutamente per recuperare dallo scivolone di Cagliari e rimetterci in corsa". Obiettivo parte sinistra della classifica.

"Non sarà facile, il Brescia ha un buon attacco, dovremo stare attenti a non concedere nulla e soprattutto dobbiamo essere cinici sottoporta. Cerchiamo di fare più punti possibili perchè abbiamo una serie di partite fondamentali. Scontri diretti che non possiamo permetterci di fallire". Zaccardo lo sa, ma avverte che "questo è un campionato strano. Chi si aspettava la vittoria del Lecce a Roma (contro la Lazio ndr ). Abbiamo vinto contro la Juve e perso contro il Cagliari in casa, forse sarebbe stato meglio il contrario".

Finito il girone di andata, si chiede a Zaccardo di fare un bilancio di questi mesi gialloblu. "Alla luce dell'ottima stagione condotta lo scorso anno, e da come avevamo cominicato, nessuno si aspettava questa posizione di classifica. Facendo le somme, ci manca qualche punto. Dobbiamo crescere come squadra e non dobbiamo commettere alcuni errori, come quelli di domenica ad esempio. Dobbiamo migliorare nella gestione della gara. Dopo Torino pensavamo di esserci tirarti fuori, ma abbiamo sbagliato".

Vietato fallire! "Ora i punti pesano, non possiamo più lasciarne per strada. Puntiamo a vincere a Brescia, ma se non succede sappiamo che sarà dura e che c'è da soffrire fino alla fine. Siamo fuori dalla lotta salvezza, ma non a distanza di sicurezza. Giocare con la mentalità giusta e non abbassare la guardia. Che campionato faremo? Difficile da stabilire, noi puntiamo alla salvezza al più presto possibile, poi a salire in classifica. C'è bisogno di continuità però. Solo così possiamo ottenere ciò che vogliamo".

Per l'ex Campione del Mondo, contro il Cagliari è stata una questione di mentalità. "Non mi piace pensare che sia una questione fisica. Siamo in condizione, ma non dovevamo concedere i due gol. Poi nel secondo tempo abbiamo giocato meglio, con una partita che poteva finire con qualsiasi risultato. A Brescia non dobbiamo perdere la nostra fisionomia e cercare di fare la nostra partita". Chiusura dedicata al calciomercato, che lo ha visto vicino a grandi squadre, come Inter e Juventus.

"Di mercato se ne occupa il procuratore. Non c'è stato nulla di concreto, ma se dovesse arrivare una proposta la valuteremo con la società, con la quale siamo in sintonia. Sto bene qui per adesso, ho ancora tre anni di contratto. Nel calcio può succedere di tutto. Potrei anche chiudere la mia carriera con il Parma, per cui ho lasciato tanto. Ma staremo a vedere..."

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Ponte Verdi sul Po: chiusura totale domenica 28 febbraio

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid: oltre 160 casi e due morti

  • Cronaca

    Teatri e cinema riapriranno il 27 marzo

  • Cronaca

    Parma rischia di finire in zona rossa dal 1° marzo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ParmaToday è in caricamento