rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Sport

Zanimacchia: "Non mi spaventano le attese, qui per dare una mano"

Il nuovo acquisto si presenta: "Da solo non posso fare tanto, ma la squadra mi aiuterà a far emergere le mie qualità"

"Giovane, sei arrivato?". Luca Zanimacchia è stato accolto con poche parole dal suo mentore Fabio Pecchia che lo aspettava già sei mesi fa. "Il mister è di poche parole, tra noi c'è un bel rapporto e stima reciproca. Si può dire sono arrivato con sei mesi di ritardo, dai. Sapevo dell'interesse del Parma, ma ho fatto altre scelte. A Cremona avevo vinto un campionato da protagonista, volevo giocarmi le mie carte in Serie A - ha detto Zanimacchia in conferenza stampa -. Strada facendo si incontrano delle difficoltà e fare un passo indietro ti porta a farne due in avanti. La società storica e tanto altro mi hanno convinto a essere qua". Ha portato una ventata d'ottimismo, Zanimacchia, arrivato in un ambiente depresso e in crisi d'indentità e di risultati. "So cosa ci aspetta. Non mi spaventa la pressione, ma certo un solo giocatore non può risolvere di colpo i problemi. Può capitare una volta, non sempre. Il lavoro della squadra fa emergere le qualità individuali. Il ruolo? Io preferisco giocare sull'esterno".

"Per me è grandissima opportunità - continua Zanimacchia -. Parma è una piazza storica e quando è arrivata la chiamata non ci ho pensato più di tanto. A Cremona non stavo giocando così tanto, quando lo facevo non era nel mio ruolo. La mia voglia di rimettermi in gioco e di aiutare una società così prestigiosa ha prevalso. Ho trovato un grande gruppo con una grande qualità, cercheremo di portare entusiasmo alla città. La Serie B è un grande campionato, molto combattuto. L'anno scorso avevamo avuto alti e bassi, ma io ho visto le partite. Ho notato che la squadra è veramente forte, bisogna che troviamo un po' di continuità. Qui ho trovato una squadra giovane, ma la qualità è veramente alta. Mi aiuteranno i compagni. Vazquez, Bernabé e tanti altri. Buffon? Poche parole da dire su di lui. È una leggenda". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zanimacchia: "Non mi spaventano le attese, qui per dare una mano"

ParmaToday è in caricamento