Strade colabrodo a Colorno

Amo Colorno documenta il terribile manto stradale di Strada Sacchetta, in località Sacca di Colorno.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Dopo numerose segnalazioni di cittadini, alcuni membri del gruppo AMO COLORNO, si sono recati in strada Sacchetta situata in località Sacca di Colorno, per documentare la tragica situazione del manto stradale. Fin dall’inizio del suo percorso, la strada che conduce a Sanguigna, si mostra piena di buche e dislivelli e con il manto stradare rovinato. La situazione non migliora percorrendo la strada di diversi km; anzi peggiora. Si può facilmente dedurre che da molto tempo non vengono effettuati interventi di ripristino dell’asfalto. L’asfalto rovina le gomme e i cerchi delle auto e le buche sono anche piuttosto profonde e pericolose. Un vero pericolo anche per ciclisti e i possessori di ciclomotore. Di notte poi percorrere certe strade diviene particolarmente pericoloso vista la mancanza di adeguata illuminazione, e di cartelli adeguati. Diviene difficile eseguire lo “slalom” delle buche essendo una strada a doppio senso di marcia. Arrivati a Sanguigna, il gruppo Amo Colorno, ha deciso di proseguire verso Via Lungolorno. Difficile crederci, ma la situazione è addirittura peggiore. Si fa fatica a tenere l’auto persino con due mani visti i numerosi avvallamenti. Abbiamo desiderato di possedere un fuoristrada. La situazione di molte delle nostre frazioni, dimostra quanto ci sia da fare a Colorno, e il poco interesse per la buona tenuta delle strade. A tal proposito moltissimi cittadini continuano a chiedersi ancora perchè spendere 250.000 euro per una sala civica nell’Aranciaia, quando abbiamo situazioni di questo tipo. I comuni non avevano risorse limitate e sempre più risicate? Ci auguriamo che il comune possa impegnarsi seriamente a rendere perlomeno percorribile un tratto stradale così lungo. Siamo certi che il nostro comune vorrà evitare possibili richieste future di risarcimento del danno su veicoli o persone. Nicola Scillitani Coordinatore cittadino Amo Colorno

Torna su
ParmaToday è in caricamento