ParmaToday

torre delle acque: "la credibilità inizia da qui".

Un problema che dura da troppo tempo. Occorre rendere decorosa l'area e mettere in sicurezza la struttura, indipendentemente dalla proprietà.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Da troppo tempo ormai la situazione dell'area in cui è ubicata la "Torre delle acque" è incancrenita. L'area continua ad essere indecorosa. L'erba è alta, la vegetazione folta, ed i rifiuti giacciono indisturbati in una discarica a cielo aperto. La struttura è puntellata e pericolante, ma nonostante tutto rimane accessibile. Il rischio che qualcuno vi acceda senza pensare alle conseguenze è davvero alto, e a farne le spese, se dovesse mai capitare qualcosa di poco piacevole, non sarebbero solo i proprietari della struttura, bensì anche la politica comunale, per mancata vigilanza. In passato l'antico manufatto, situato alla confluenza tra i canali Galasso, Lorno e Torrente Parma, fu costruito a metà del XV secolo e con ogni probabilità, realizzato dall'ingegnere bolognese Aristotele Fioravanti. Si trattava di un punto strategico dal punto di vista idraulico che tramite una vasca di raccolta, alimentava le fontane del palazzo ducale colornese. Una struttura di valenza storica, la cui area ormai sembra dimenticata. Seppur in quest'ultimo periodo, sia arrivata la notizia positiva, di un passaggio prossimo di proprietà, con l'associazione "Italia Nostra", da sempre impegnata nel tentativo di salvare il manufatto e riqualificato, l'attesa è controproducente. Troppo tempo è passato. Ci piacerebbe che l'attuale proprietà intervenisse fin d'ora per mettere intanto, quantomeno in sicurezza la struttura e ripulendo la zona limitrofa, rendendola decorosa così come dovrebbe essere per un comune di valenza storica come il nostro. Siamo certi che ogni gruppo politico che detenga un ruolo in comune e che abbia ricevuto il consenso dei cittadini tramite elezioni, abbia questo interesse e che convenga con questa nostra piccola richiesta. Una richiesta di chiunque ami Colorno, non per mero interesse personale, ma per il buon nome del paese in cui si vive. Attendiamo con ansia e convinzione i fatti, che siamo certi, arriveranno presto. Il gruppo civico Amo - Colorno

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

torre delle acque: "la credibilità inizia da qui".

ParmaToday è in caricamento