rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
/~shared/avatars/27657202886600/avatar_1.img

Mauro

Rank 6.0 punti

Iscritto giovedì, 29 novembre 2012

Lavoro, Quintavalla: "E se boicottassimo la Nestle'?

La candidata alle Europee con Tsipras: "Diventa necessario che la società civile esprima la propria piena solidarietà ai lavoratori e alle RSU, impedendo che questo piano abbia attuazione, arrivando anche a mettere in atto forme di boicottaggio dei prodotti della Nestlè"

Visite 73 Approvato nell'aprile del 2014

Inceneritore, sabato la biciclettata di protesta che arriverà al cantiere

"A.L.B.A Parma e Parma Bene Comune
COMUNICATO STAMPA:
Salute dei cittadini e responsabilità istituzionali
A.L.B.A. Parma e Parma Bene Comune, facenti parte dell'Assemblea Permanente No Inceneritori, esprimono il loro pieno sostegno e la loro incondizionata solidarietà agli attivisti dell'Assemblea che si sono ritrovati in piazzale della Pace la settimana scorsa per partecipare al Consiglio Provinciale e per invitare, con un'azione pacifica e simbolica, l'amministrazione provinciale ad un'assunzione pubblica delle proprie responsabilità rispetto all'iter di costruzione e accensione dell'inceneritore di Ugozzolo.

La scomposta reazione del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e, non da meno, la pressoché generalizzata assenza di prese di posizione che condannassero un gesto – questo sì - di aggressione violenta tanto più grave in quanto perpetrato da uno dei massimi rappresentanti locali delle istituzioni, rivelano un clima di intolleranza e di totale chiusura al dialogo su un tema - quello della salute come bene comune - che è stato completamente sottratto ai processi decisionali della comunità locale.
La democrazia muore anche di questa distanza tra ceto politico e cittadini. Per questo a noi preme attivare e sostenere processi di democrazia reale e partecipata, di cui anche il conflitto, chiaro ed aperto, è parte. L'Assemblea Permanente No Inceneritori non contrappone la propria azione a quella delle Istituzioni ma intende fare in modo che programmi fortemente voluti e sostenuti dalla Cittadinanza – e ai quali alcuni settori dell’ Amministrazione locale si sono espressamente impegnati - abbiano effettiva attuazione (il che non dovrebbe essere interesse primario dell’amministrazione stessa?). Nello specifico si intende fare in modo che tutte le Amministrazioni, a partire da quelle della città e dalla provincia di Parma, mettano al centro di ogni iniziativa sia la salute di tutte le persone sia, più in generale, il loro diritto a poter discutere e infine decidere - davvero - sulle questioni che le riguardano.

Parma, 15 maggio 2013

A.L.B.A. Parma e Parma Bene Comune"

1 commenti

Alba, dal 15 dicembre al via la campagna adesioni

'organizzazione che 'Alba' si e' data a 7 mesi dalla nascita e' di tipo confederale, con tanti nodi distribuiti sul territorio che interagiscono attraverso un comitato operativo nazionale collettivo e a rotazione, attualmente composto da 25 persone che attua le decisioni dell'assemblea

Visite 45 Approvato nell'anno 2012

Inceneritore, sabato la biciclettata di protesta che arriverà al cantiere

"A.L.B.A Parma e Parma Bene Comune
COMUNICATO STAMPA:
Salute dei cittadini e responsabilità istituzionali
A.L.B.A. Parma e Parma Bene Comune, facenti parte dell'Assemblea Permanente No Inceneritori, esprimono il loro pieno sostegno e la loro incondizionata solidarietà agli attivisti dell'Assemblea che si sono ritrovati in piazzale della Pace la settimana scorsa per partecipare al Consiglio Provinciale e per invitare, con un'azione pacifica e simbolica, l'amministrazione provinciale ad un'assunzione pubblica delle proprie responsabilità rispetto all'iter di costruzione e accensione dell'inceneritore di Ugozzolo.

La scomposta reazione del presidente della Provincia Vincenzo Bernazzoli e, non da meno, la pressoché generalizzata assenza di prese di posizione che condannassero un gesto – questo sì - di aggressione violenta tanto più grave in quanto perpetrato da uno dei massimi rappresentanti locali delle istituzioni, rivelano un clima di intolleranza e di totale chiusura al dialogo su un tema - quello della salute come bene comune - che è stato completamente sottratto ai processi decisionali della comunità locale.
La democrazia muore anche di questa distanza tra ceto politico e cittadini. Per questo a noi preme attivare e sostenere processi di democrazia reale e partecipata, di cui anche il conflitto, chiaro ed aperto, è parte. L'Assemblea Permanente No Inceneritori non contrappone la propria azione a quella delle Istituzioni ma intende fare in modo che programmi fortemente voluti e sostenuti dalla Cittadinanza – e ai quali alcuni settori dell’ Amministrazione locale si sono espressamente impegnati - abbiano effettiva attuazione (il che non dovrebbe essere interesse primario dell’amministrazione stessa?). Nello specifico si intende fare in modo che tutte le Amministrazioni, a partire da quelle della città e dalla provincia di Parma, mettano al centro di ogni iniziativa sia la salute di tutte le persone sia, più in generale, il loro diritto a poter discutere e infine decidere - davvero - sulle questioni che le riguardano.

Parma, 15 maggio 2013

A.L.B.A. Parma e Parma Bene Comune"

1 commenti
  • Invio contenuti (generico): 5 Contenuti inviati
ParmaToday è in caricamento