Francesca Pasinelli Alumna dell’anno: dall’Università di Parma ai vertici di Telethon

Consegnato oggi alla manager, Direttore Generale della Fondazione impegnata nella lotta contro le malattie genetiche, il premio dell’Ateneo e dell’Associazione Alumni e Amici dell’Università di Parma. «Prima della malattia viene la persona. E vale la pena di investire perché ogni singola persona conta»

L’albo d’oro degli “Alumni dell’anno” dell’Università di Parma si arricchisce di un nuovo nome prestigioso: è Francesca Pasinelli, Direttore Generale della Fondazione Telethon, insignita del premio Alumna dell’anno 2019. La cerimonia si è svolta oggi pomeriggio nell’Aula dei Filosofi, dove Francesca Pasinelli ha ricevuto dal Pro Rettore alla Terza Missione Fabrizio Storti il riconoscimento istituito lo scorso anno dall’Ateneo e dall’Associazione Alumni e Amici dell’Università di Parma, presieduta oggi da Annamaria Cucinotta, per rendere omaggio ai laureati che si siano particolarmente distinti nel loro percorso professionale.

Giunto alla seconda edizione, quest’anno il premio va a una donna che, nata come ricercatrice, si è arricchita di una lunga esperienza manageriale nelle industrie farmaceutiche, fino ad approdare a Telethon: qui ha avviato procedure di successo che hanno permesso di sviluppare terapie innovative per gravi malattie genetiche, parte essenziale di un percorso iniziato proprio all’Università di Parma, con la laurea in Farmacia nel 1983.

«È un riconoscimento che mi fa molto felice e che mi emoziona enormemente. Anche perché tutto parte negli anni dell’Università, e in quegli anni mai avrei pensato di arrivare a un riconoscimento così”, ha commentato Francesca Pasinelli, che nel suo intervento ha brevemente ripercorso la propria carriera, iniziata appunto con la ricerca e passata attraverso l’industria farmaceutica prima dell’approdo alla Fondazione Telethon: «Quando sono arrivata ho capito subito che il fine della nostra attività non era la ricerca ma i malati, e dovevano essere i malati. E ho capito che prima della malattia viene la persona, e vale la pena di investire perché ogni singola persona conta. Ed è per curare questa persona che abbiamo fatto investimenti per una ricerca che sia molto innovativa e molto sfidante, e che ci aiuti a trovare una cura».

L’Alumna dell’anno 2019 è stata introdotta dal Pro Rettore Fabrizio Storti, che ha sottolineato il legame con l’Associazione Alumni nel «costruire la rete della famiglia dell’Università di Parma, e oggi sono davvero tante le persone di cui l’Ateneo può essere orgoglioso», e dalla Presidente dell’Associazione Annamaria Cucinotta, che ha osservato che «persone così sono ambasciatori della cultura e dell’innovazione, e questa è anche un’occasione per celebrare le capacità di un’intera comunità». Il curriculum di Francesca Pasinelli è stato illustrato da Elisabetta Barocelli, Presidente del corso di laurea magistrale in Farmacia e docente della premiata: «Quello di oggi è un riconoscimento a un’alunna di cui l’Università va fiera – ha detto - ma anche un incoraggiamento per tutti i nostri studenti».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Bimbo di 2 anni azzannato da un cane in via Po: è grave in ospedale

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Fanno sesso in Pilotta e aggrediscono i poliziotti: due arresti

  • Coronavirus: tutti gli aggiornamenti sul nuovo focolaio nella Bassa parmense

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

Torna su
ParmaToday è in caricamento