Oliviero Toscani: "Chiedo scusa a Parma, io non sono quella frase"

Lettera del noto fotografo dopo le polemiche

Una vita non puo' esaurirsi in una manciata di parole che ho pronunciato in maniera maldestra e inaccorta, ma senza alcun intento offensivo. Dopo aver chiesto scusa 'a Genova', chiedo quindi scusa anche 'a Parma'". Lo scrive Oliviero Toscani che sulla Gazzetta di Parma, indirizzandosi alla città in quanto "coinvolto nelle iniziative di Parma Capitale della cultura 2020", esordisce dicendo: "...mancano pochissimi giorni alla partenza, prevista per il 13 febbraio, del progetto 'Imagine Parma - Points of view' e io mi sento in dovere di scrivere questa lettera", in relazione alle sue dichiarazioni sul crollo del Ponte Morandi che hanno portato fra l'altro alla chiusura della sua storica collaborazione con il gruppo Benetton, per volontà di quest'ultimo. "Io non sono quella frase", rivendica Toscani affermando di averla detta "senza alcuna intenzione offensiva o irridente verso le vittime" e di essersi immediatamente scusato".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Ho formulato una frase che, quand'anche pronunciata senza alcuna intenzione offensiva o irridente verso le vittime del Ponte Morandi, ha causato disagio e riprovazione in tante persone, prime tra tutti famigliari delle vittime, già caricati di un dolore e un'angoscia pesantissimi" ammette Toscani. "Le polemiche di questi giorni - prosegue -, seguite da una mia frase pronunciata durante un programma radiofonico, sono naturalmente arrivate anche a Parma". "Mi sono immediatamente scusato con tutti e, in particolare, con chi in quella tragedia ha perso persone care" dice Toscani. "Sono grato a Egle Possetti, che rappresenta i parenti delle vittime con una dignità che mi colpisce e che poche volte mi è capitato di vedere, che ha immediatamente accettato queste scuse. Ci siamo sentiti e spero di incontrarla presto per manifestarle di persona il mio rincrescimento per l'accaduto"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

Torna su
ParmaToday è in caricamento