Parma sbarca alla Bit di Milano: al Food Tourism Day la città sarà protagonista come Unesco Creative City of Gastronomy

La Food Valley e le sinergie che hanno portato ai due prestigiosi riconoscimenti diventano un modello per lanciare nuove strategie di turismo

Tre giorni per raccontarsi, trentasei ore per stupire. Da domenica 10 a martedì 12 febbraio Parma sbarca a Milano e alla Bit – Borsa internazionale del Turismo. Dagli Anni 80 è questo il place to be per operatori turistici, buyer, decision maker, ma anche per i viaggiatori di tutto il mondo a caccia di spunti e suggestioni per la prossima meta. Nel 2018 son stati 46 mila i visitatori, fra cui 2050 giornalisti da 36 paesi e 500 travel blogger a curiosare fra 1300 espositori da 72 Paesi.

DALLA VIA EMILIA A MILANO
Sotto la Madonnina, l’appuntamento è, come nel 2018, in centro, a Fiera Milano City: è qui che la città ducale sarà presente in duplice
veste. Da una parte Parma sarà uno dei riferimenti dello stand di Destinazione Emilia: con ingresso da porta Colleoni o Teodorico, l’indirizzo da non perdere è quello del Padiglione Tre, con gli stand C55, C59, G46 e G50 che si trasformeranno in un luogo di meraviglie e delizie, dove squadernare tutte le eccellenze di una grande Regione, dagli Appennini alla Bassa, passando per una preziosa parure di città d’arte e grandi prodotti.

PARMA AL FOOD TOURISM DAY
Dall’altra parte, lunedì 11 il Comune di Parma sarà fra i protagonisti anche del Food Tourism Day. Organizzata da Roberta Garibaldi di World Food Travel Association, fra le compagini leader del turismo food & beverage, la giornata di lavori, al via dalle 10, con la presentazione degli ultimi dati sul turismo enogastronomico in Italia, ospiterà, dalle 14 nella sala Amber 5 della zona Mico, un focus sulle nuove motivazioni del viaggio. Che cosa fa scattare la voglia di partire? Cibo e vino, relax ed esperienze diversificate sono la risposta.

LE “P” DI PARMA ALLA BIT
A fare il punto su Parma, ecco l’intervento di Cristiano Casa, assessore a Turismo, Commercio ed Attività produttive del Comune. Racconteremo le eccellenze del nostro territorio: con le ormai famose “P” di Parma, dal Parmigiano Reggiano, al Prosciutto, dalla Pasta al Pomodoro, abbiamo costruito un brand globale grazie al doppio riconoscimento Unesco come Città Creativa della Gastronomia e al ruolo di Capitale della Cultura - spiega Casa - : la sinergia è stata la chiave per arrivare a questi risultati. Prima ognuno percorreva la sua strada, ora siamo un team, come dimostra la candidatura congiunta per Parma 2020, vincente anche grazie al lavoro di squadra con Piacenza e Reggio Emilia”.

NUOVI DRIVER DI VIAGGIO
E allora ecco la Food valley emiliana: “Un quarto del fatturato delle Dop e delle Igp del Belpaese nasce qui”, sottolinea Casa. Per
questo cibo e vino, cultura e gusto si fanno i veri driver di viaggio, se è vero che il 41% dei turisti italiani ha visitato una cantina nel
corso dei suoi viaggi e il 35% ha preso parte ad un festival enogastronomico durante le vacanze. Un forte interesse che si traduce in un necessario rinnovamento e ampliamento dell’offerta turistica esistente, “Con l’obiettivo – chiude Casa - di far apprezzare il territorio attraverso le sue produzioni tipiche prolungando i giorni di permanenza dei visitatori, grazie al titolo di Parma Unesco Creative City of Gastronomy, vero propulsore delle attività di promozione turistica e di internazionalizzazione delle imprese dell’agroalimentare locale”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Rubano alcolici in un negozio e tornano qualche ora dopo, poi picchiano l'addetto alla sicurezza: due arresti

  • Cronaca

    Droga, Marco Botti patteggia 2 anni e 8 mesi

  • Cronaca

    False fatturazioni per 10 milioni di euro, coinvolte aziende di Parma: denunciato un 45enne

  • Sport

    Parma, perché? D'Aversa deve fare lo psicologo

I più letti della settimana

  • Chiude la clinica dentistica Ideasorriso, la denuncia: "Pazienti con interventi non conclusi e finanziamenti senza prestazione"

  • Bimbo di 4 anni vaga in via d'Azeglio, la madre l'aveva lasciato ad un'amica per andare a far spesa: 31enne denunciata

  • Si schianta in bici contro il bus: dottoressa 26enne gravissima

  • Donato Mele: il disoccupato con la vita da Nababbo

  • In Italia ha 5 mesi di vita, una speranza in Texas, l'appello dei figli: "Aiutateci a salvarla"

  • Casello di Parma chiuso fino al 25 marzo

Torna su
ParmaToday è in caricamento