urgenze sanitarie e supporto ai cittadini

Amo Colorno: "Corsi di primo soccorso, DAE e presenza medica garantita".

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ParmaToday

Il gruppo AMO - COLORNO desidera complimentarsi con il farmacista che dimostrando competenza e professionalità è riuscito a diagnosticare un infarto in atto, scambiato per un’indigestione da un di 71enne. L’esame ECG inviato direttamente ad un medico competente mediante “telecardiologia” è riuscito ad evidenziare un infarto in atto, con il tempestivo ricovero del soggetto in ospedale e di un intervento chirurgico d’urgenza. A seguito di questa vicenda è doveroso fare una riflessione. Il cuore è uno dei più importanti organi dell’organismo. Esso veicola il sangue, ricco di ossigeno e sostanze nutritive a tutto il corpo ed in particolare al cervello. Basti sapere che in caso di arresto cardiaco, se il cervello non riceve ossigeno per 30 secondi, si può già subire una perdita di coscienza. Dopo oltre un minuto si rischiano ipossia e anossia cerebrale, e dopo 4 o 5 minuti, si rischiano persino danni irreversibili alla alle funzionalità nervose. Proprio alla luce di questo, è sempre più indispensabile mettere a conoscienza la collettività sulla conoscenza delle malattie cardiache e su come poterle prevenire. La sanità italiana è sempre molto scrupolosa sull’argomento, e non lesina mai consigli e indicazioni sull’argomento. Riteniamo fondamentale, con cadenza periodica, lo svolgimento di corsi eseguiti da operatori sanitari competenti, in favore di tutti i cittadini e non solo per i volontari del soccorso. Corsi durante i quali si possa insegnare a riconoscere un pre-infarto, le varie tipologie di infarto e tutti i suoi sintomi. Inoltre riteniamo fondamentale l’insegnamento del BLS (Basic Life support), ossia del massaggio cardiopolmonare. In casi estremi, il massaggio cardiaco può salvare la vita, riavviando il battito cardiaco. Riteniamo importante la presenza di DAE in aree pubbliche, ossia dei defibrillatori semiautomatici, per i quali è necessario insegnarne l’uso durante i corsi. Altro importante elemento è la presenza costante di un presidio sanitario sul territorio. Il soggetto infartuato si è recato alla guardia medica, e non trovando nessuno è rientrato a casa passando una notte insonne. Il giorno 21 gennaio un’altro colornese verso le ore 18, si è recato presso la pubblica assistenza di Colorno per richiedere assistenza ma ha trovato solo un volontario che l’ha invitato a recarsi in pronto soccorso a Parma, perchè in quel momento non erano presenti infermieri nè medici per poterlo visitare, a causa di un’uscita urgente di un mezzo di soccorso. E’ fondamentale secondo noi che vi sia una costante presenza sanitaria di operatori sanitari sul posto. La pubblica di Colorno copre anche la zona di Torrile, ed il territorio non può e non deve essere lasciato scoperto. I volontari sono linfa vitale per il nostro comune e svolgono un grande lavoro d’eccellenza e qualità, per il quale noi non finiremo mai di ringraziarli, ma sono indispensabili figure di alta professionalità al loro supporto, come più medici e più infermieri. Questo nell’interesse comune. Il gruppo AMO - COLORNO

Torna su
ParmaToday è in caricamento