Amministrative, candidati a confronto su famiglia, lavoro e casa

Tiepida partecipazione di pubblico all'auditorium Toscanini in occasione dell'incontro organizzato dalla Consulta delle Famiglie con i candidati sindaco per le prossime amministrative: famiglia, lavoro, emergenza casa e debiti del Comune i temi caldi

Risposte su politiche per la famiglia, quoziente Parma, reti di prossimità, casa, conciliazione lavoro – famiglia, infanzia, sportello famiglia, adozione e affido, addizionale comunale, gruppi di acquisto famigliare. Questo quanto ha chiesto al futuro sindaco di Parma la Consulta delle Famiglie nel corso dell'incontro organizzato all'Auditorium Toscanini di via Cuneo. Una posizione comune alle parole di tutti i candidati quella di mettere al centro la famiglia nelle scelte da intraprendere, una famiglia che, ha sottolineato Roberta Roberti, Parma Bene Comune, non è più da intendere solo come formata da un matrimonio, ma anche dalle giovani coppie che vivono insieme e hanno figli.

Cosa fare nei primi 100 giorni? Si dovrà puntare secondo Paolo Buzzi, Pdl, su edilizia residenziale sociale, social house, politiche per aiutare anziani e disabili, addizionali Irpef che tengano conto delle difficoltà di alcune famiglie, ridurre le liste d'attesa per i nidi. Un sostegno alle famiglie numerose, interventi sul lavoro, valorizzazione del quoziente Parma da applicare in modo mirato anche sulla base del reddito ed estendendolo anche a trasporti e servizi estivi per l'infanzia, le prime risposte date da Elvio Ubaldi, Civiltà Parmigiana. "Lavorare per ripristinare la famiglia è un'operazione per la comunità, per superare uno sbandamento valoriale. La prima cosa da fare sarà capire l'entità delle risorse a disposizione e attuare politiche a sostegno della famiglia. Per l'infanzia puntare sui nidi aziendali e tutelare le associazioni. Il bilancio del Comune è penalizzato, abbiamo bisogno di reinventarci il futuro, con operazioni di politica trasversale", sottolinea Vincenzo Bernazzoli, Pd.

Necessario puntare sulla maternità favorendo le giovani coppie secondo Priamo Bocchi, La Destra, intervenendo per contrastare tasse e rincari, mantenendo il quoziente Parma e affiancandolo a una fiscalità famigliare che tenga conto di chi è in difficoltà. Secondo Wally Bonvicini, Buongiorno Italia!, il Comune dovrà aprire un canale diretto anche con il web, per favorire le persone in difficoltà, aiutando chi perde la casa e si trova in situazioni di emergenza: "Chi è povero non dovrà pagare le tasse, attraverso un calcolo degli interessi anatocistici, potremo ricavare liquidi da utilzzare per i meno abbienti". "Bisogna sostenere la macchina del volontariato – afferma Roberto Ghiretti, Parma Unita, - snellendo le spese dell'Amministrazione e riqualificando luoghi senza altro cemento, favorendo gruppi di acquisto solidale, family card. Parola d'ordine sobrietà: ogni euro speso dal Comune dovrà essere documentato".

Prima cosa da fare secondo Andrea Zorandi, Lega Nord: "Favorire la creazione di nuovi posti di lavoro, ridurre i costi dell'Amministrazione attraverso il risparmio energetico, puntare sulla differenziata premiando con un alleggerimento della bolletta chi la fa correttamente e impedire il rischio di un monopolio da parte di Iren". Servizi sociali, servizi educativi e ambiente le tre priorità secondo Roberta Roberti: "La prima cosa da fare è individuare le ragioni del debito e stabilire quanto può non essere pagato. Puntare sul quoziente Parma per renderlo più efficace, contrastare l'aumento delle rette delle mense per bambini e pensare agli anziani con piccole strutture di quartiere che gli offrano assistenza ma che evitino lo snaturamento dal contesto sociale di vita. Secondo Federico Pizzarotti Cinque Stelle, è necessario riportare una relazione tra l'individuo e il proprio quartiere, anche per favorire sicurezza, sportelli per l'assistenza alle famiglie e scuolabus gratuiti per favorire socialità, risparmiare e inquinare meno, nell'ottica della "decrescita felice".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollino antifascista, Pizzarotti sul ricorso al Tar: "Proponetelo tutti per un'Italia antifascista"

  • "Columbus, lo stabilimento di Martorano chiuderà nei primi mesi del 2020: a rischio centinaia di posti"

  • Muore bimbo di 18 mesi: madre accusata di omicidio preterintenzionale

  • Choc in centro: "I ragazzini delle baby gang si lanciano sotto ai bus in marcia"

  • Maltempo, perturbazione in arrivo: da giovedì neve a Parma

  • Senza patente distrugge tre auto e provoca un incendio, poi scappa: fermato giovane di Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento