Danneggia e incendia l'auto dell'ex convivente: 63enne in manette

L'uomo, che pedinava e molestava la compagna di Salsomaggiore è accusato anche delle azioni contro le vettura della donna: è agli arresti domiciliari

Ha perseguitato l'ex convivente di Salsomaggiore dopo che lei aveva deciso di interrompere la relazione. Minacce, pedinamenti, telefonate ripetute. Ma l'uomo, arrestato ieri sabato 16 dicembre dai carabinieri, era arrivato anche ad incendiarle l'auto, parcheggiata proprio nella città termale. Un uomo di 63 anni V.G. è stato arrestato a Napoli dai carabinieri con l'accusa di atti persecutori nei confronti della sua ex compagna 48enne di Salsomaggiore Terme. I militari hanno eseguito l'ordinanza di custodia cautelare disposta dalla Procura di Parma per l'uomo, che ora è agli arresti domiciliari presso la sua abitazione, come disposto dall'Autorità Giudiziaria. Nei suoi confronti i carabinieri hanno raccolto gravi indizi di colpevolezza. In particolare oltre ai comportamenti tipici persecutori come telefonate ripetute, pedinamenti e minacce l'uomo, secondo l'accusa, sarebbe anche il responsabile del danneggiamento e del successivo incendio dell'auto della donna avvenuti rispettivamente l'11 e il 28 novembre del 2017. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • Week end tra sagre, musica e cultura: tutti gli eventi

  • Bomba d'acqua a Parma e provincia: rami caduti, allagamenti e disagi al traffico

  • Baccanelli: bimbo nasce in auto nella notte

Torna su
ParmaToday è in caricamento