Ecco i primi 3 nuovi autobus extraurbani della Tep

Il piano di investimenti prevede l'arrivo di altri 41 nuovi mezzi entro l'anno

Dalle parole ai fatti. Prende avvio ufficialmente oggi il piano preannunciato nel mese di dicembre che sancisce la ripresa in Tep gli investimenti diretti al rinnovamento di gran parte della flotta d’autobus in servizio a Parma e provincia. La decisione era arrivata a seguito dell’esito positivo del procedimento di ricorso al Tar in merito all’esito della gara per l’affidamento dei servizi di trasporto pubblico sul bacino locale, che di fatto aveva bloccato per l’azienda la possibilità di pianificare nuovi investimenti. Forte del parere espresso dall’organo di giustizia amministrativa di Parma, dunque, Tep sta recuperando a grandi passi i tempi di gara, fiduciosa di una positiva conclusione del procedimento.

I tre mezzi presentati oggi rappresentano il primo step di un lotto di 27 mezzi urbani e extraurbani la cui fornitura sarà completata entro il mese di maggio. Si tratta di due vetture SCANIA Interlink lunghe 10 e 12 metri e un autobus IVECO Crossway 12 metri che saranno in servizio entro poche settimane nel territorio extraurbano, con beneficio, quindi, per tutta la provincia.

bus2-2

Le caratteristiche

Si tratta, come detto, di mezzi destinati ai lunghi viaggi e pertanto particolarmente ampi e confortevoli. Hanno una capienza massima di 72 e 75 passeggeri per i due SCANIA dei quali 53 e 45 con posto a sedere, mentre il bus IVECO è in grado di trasportare fino a 86 persone (46 sedute). Tutte e tre le corriere, inoltre, sono dotate di pedana e postazione riservata per la salita e l’accoglienza di passeggeri con disabilità motorie in carrozzella. Le pedane in dotazione, 2 elettroniche e una a ribaltamento manuale, adatte a veicoli omologati per lunghi viaggi, aumentano sensibilmente le opportunità di mobilità per i passeggeri con difficoltà di deambulazione residenti sul territorio provinciale. Il bus IVECO dispone di porte USB di bordo per la ricarica di smartphone e tablet e tutte e tre le vetture saranno dotate di hot spot wi fi a connessione gratuita, per la prima volta disponibile a Parma su vetture extraurbane. Completano le dotazioni di comfort l’ampio portabagagli e l’impianto di climatizzazione. La guida dei mezzi, inoltre, è facilitata dalle telecamere posteriori collegate al display principale sul cruscotto. I nuovi bus sono alimentati a diesel, con emissioni ampiamente inferiori ai limiti Euro 6. L’acquisto delle nuove vetture ha richiesto un investimento complessivo pari a € 569.000 interamente finanziati da TEP Oltre a questi 3 bus, entro la fine del 2018 saranno acquistate e messe in servizio ulteriori 41 vetture, per un investimento complessivo di circa 5,6 milioni di euro.

bus1-2

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Secondo il presidente di TEP Antonio Rizzi: “I nuovi bus, presto in servizio sulle strade del territorio comunale e provinciale rappresentano il primo passo per offrire ai nostri concittadini un servizio sempre più in linea con le loro aspettative, confortevole e sicuro che porti i nostri clienti a rinunciare volentieri all’auto privata per salire a bordo di un mezzo pubblico. È questa l’unica strada possibile per la crescita e lo sviluppo di TEP. Il numero dei passeggeri, in forte crescita nell’ultimo biennio, testimonia che stiamo andando decisamente in questa direzione.”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in via Bologna: 50enne incinta di sette mesi muore in casa

  • Coronavirus: a Parma sabato e domenica chiusi centri commerciali e supermercati

  • Salsomaggiore: muore il medico termale Ghvont Mrad

  • Coronavirus, l'appello choc di una 26enne: "In 40 metri quadri in 6 con 4 figli: non abbiamo i soldi per fare la spesa"

  • "Chi non è residente deve lasciare l'abitazione": a Parma la truffa del falso avviso del Ministero dell'Interno

  • Coronavirus, Vigili del Fuoco in lutto: muore a 58 anni Giorgio Gardini

Torna su
ParmaToday è in caricamento