Lavori sulla tangenziale: i mezzi pesanti non passeranno a Ponte Taro

I lavori di manutenzione previsti da Anas sulla Cispadana comporteranno a partire da lunedì 8 ottobre una deviazione del traffico veicolare sulla viabilità provinciale e comunale

Cantieri in arrivo sul territorio di Fontevivo. I lavori di manutenzione previsti da Anas sulla Cispadana – dalla rotatoria davanti all’Hotel Parma & Congressi fino all’innesto della tangenziale sulla via Emilia all’altezza di Castelguelfo – comporteranno a partire da lunedì 8 ottobre una deviazione del traffico veicolare sulla viabilità provinciale e comunale.

Il cantiere, che in base a quanto comunicato dai dirigenti di Anas agli amministratori e ai tecnici del Comune di Fontevivo proseguirà per 14 giorni naturali, prevede il trasferimento del traffico sulla via Emilia e quindi sul territorio comunale di Fontevivo e Noceto, ma almeno quello di Tir e camion più ingombranti non transiterà per l’abitato di Ponte Taro.

"Le deviazioni che ci sono state comunicate da Anas avranno ricadute sulla quantità di traffico veicolare passante – ha confermato l’assessore alla Viabilità Raffaella Pini – anche se per un periodo di tempo breve. Abbiamo però insistito e ottenuto che la via Emilia nel tratto comunale a Ponte Taro venisse risparmiata dal traffico pesante. Per accertarci che non vi siano violazioni a tali disposizioni abbiamo concordato con la Polizia municipale del distretto maggiori controlli in quel periodo e richiesto segnaletica chiara sui percorsi delle deviazioni”.

Non sono ancora stati meglio precisati da Anas i termini di svolgimento dei cantieri e le deviazioni. Non sono mancate, a tal proposito, perplessità da parte degli amministratori comunali di Fontevivo per le modalità di gestione del programma di interventi da parte dell’Azienda. “Abbiamo ricevuto le informazioni sui lavori solo nei giorni scorsi e in maniera tuttora incompleta – hanno detto il sindaco Massimiliano Grassi e il vicesindaco Angelo Agoletti –. È mancata la condivisione del programma e la tempestività, che ci avrebbero permesso di organizzarci per gestire meglio le ricadute derivanti da maggiori flussi di traffico sul territorio urbano”.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Parma usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dichiarazione dei redditi: dal 1° gennaio 2020 le spese da detrarre non possono essere pagate in contanti

  • Calendario di Miss Nonna 2020: per il mese di agosto c'è una nonna parmigiana

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • Tragedia in stazione: uomo travolto ed ucciso da un treno

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

Torna su
ParmaToday è in caricamento