Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

Gianpiero Molendini è deceduto all'Ospedale di Gallipoli per una encefalopatia letale seguita a un arresto cardiaco

Gianpiero Molendini, 35enne artigiano, che risiedeva da qualche anno a Busseto, è stato stroncato da un malore mentre si trovava in vacanza a Gallipoli, in provincia di Lecce. Il giovane, che risiedeva da qualche anno a Busseto insieme alla moglie e alle due figlie, è deceduto all'Ospedale di Gallipoli per una encefalopatia letale seguita a un arresto cardiaco. Dopo le procedure di valutazione di idoneità degli organi, è iniziato il prelievo di fegato, reni e cornee. Questa volta non è stato necessario l’assenso della famiglia, perché l’uomo, originario di Francavilla Fontana, aveva dato il proprio benestare alla donazione all’atto del rinnovo della carta di identità. Gianpiero lascia la moglie Cristina, che gestisce un'attività commerciale a Busseto e le figlie Melissa e Rebecca. 

Con l'emanazione di un decreto ministeriale del 2015, in attuazione di una direttiva europea, il cittadino può manifestare la propria volontà e, in qualsiasi momento modificarla, attraverso varie modalità (dichiarazione in carta libera oppure presso Asl o i centri regionali per i trapianti). L’assenso alla donazione, nel caso di disposizione contestuale al rinnovo del documento personale, viene trasmesso dall’ufficiale dell’anagrafe al Sistema informativo per i trapianti cui attingono i centri di coordinamento regionale.

Il prelievo è stato eseguito sin dalla mattinata di oggi al termine delle procedure previste dalla legge per certificare la morte cerebrale, effettuate sotto il coordinamento del dottor Franco Mosticchio, direttore dell’Unità di Anestesia e Rianimazione del Sacro Cuore di Gesù. È stato quello il passaggio propedeutico per poter quindi avviare il complesso iter della donazione, con le successive analisi per verificare la eleggibilità degli organi e la ricerca delle persone compatibili in attesa di trapianto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il fegato al lavoro un’equipe arrivata dall’Istituto mediterraneo per i trapianti di Palermo, mentre il prelievo dei reni è stato affidato a un’equipe del Policlinico di Bari. Successivamente si procederà con le cornee, grazie all’intervento del Centro di Rianimazione di Casarano. Asl Lecce ha espresso il suo cordoglio alla famiglia del 35enne e un sentito ringraziamento a tutte le professionalità coinvolte nel percorso della donazione. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Tragedia: 25enne muore in ospedale 18 mesi dopo l'incidente

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

Torna su
ParmaToday è in caricamento