Giocampus, rinnovo del protocollo: coinvolti 7.500 bambini

E' stato firmato questa mattina il protocollo 2013-2014 per il rinnovo dell'Alleanza educativa per Giocampus che quest'anno arriva alla dodicesima edizione e vede una new entry: il protocollo infatti è stato sottoscritto anche dai dirigenti delle istituzioni scolastiche del primo ciclo

E' stato firmato questa mattina il protocollo 2013-2014 per il rinnovo dell'Alleanza educativa per Giocampus che quest'anno arriva alla dodicesima edizione e vede una new entry: il protocollo infatti è stato sottoscritto anche dai dirigenti delle istituzioni scolastiche del primo ciclo di istruzione di Parma. Dal prossimo lunedì, 14 ottobre, quindi, si dà il via alla prima delle tre fasi previste del progetto che copre un'offerta annuale: la Scuola, poi Neve ed Estate.

Quest'anno saranno 350 le classi coinvolte per un totale di 7.500 bambini con una copertura di 650 ore settimanali, ore in cui agli insegnanti sarà affiancato personale specializzato come i maestri del gusto che si occuperanno del percorso di educazione alimentare nelle classi terze, quarte e quinte; mentre nelle ore di attività fisica ci sarà un consulente di attività motoria. Gli insegnanti, quindi, saranno coinvolti in prima persona e insieme a loro anche i genitori che la sera seguiranno incontri di formazione. Inoltre cresce anche l'offerta formativa per i ragazzi disabili, che quest'anno sono circa 50, e svolgeranno attività in palestra e in piscina.

Un modello, dunque, che può essere preso ad esempio nel resto del Paese perché, come ha spiegato l'assessore allo sport, Giovanni Marani, é un'eccellenza tutta parmigiana. "Siamo felici di rinnovare questo accordo - ha dichiarato il sindaco, Federico Pizzarotti - perché si tratta di una bellissima esperienza che segue un percorso, dall'educazione motoria a quella alimentare, volto a migliorare la salute e il benessere". E proprio per quanto riguarda la salute - Elio Volta, responsabile del progetto Giocampus - ha voluto sottolineare come a Parma, dal 2005 a oggi, la percentuale di bambini obesi è scesa dal 30 all'8%, un risultato strettamente legato all'insegnamento di un corretto stile di vita.

Fanno parte dell'Alleanza educativa: il Comune di Parma, l'Università degli studi di Parma, il Coni, l'Ufficio scolastico regionale dell'Emilia Romagna, il Cus Parma e Barilla.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • VIRUS CINESE | CASO SOSPETTO A PARMA: donna al Maggiore

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Bollo auto, sconti e nuova modalità di pagamento: cosa cambia nel 2020

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento