Parma, allerta arancione in Emilia, Bonaccini: "Chiederò lo stato d'emergenza"

Milioni di euro di danni stimati dal presidente della Regione. "Ci consentiranno di dare copertura finanziaria agli interventi"

Da nord a Sud, l’Italia continua a essere flagellata dal maltempo. L’Emilia Romagna è marchiata ancora dall’allerta arancione e la pioggia caduta incessante nella notte non ha certo facilitato la situazione. Non ci sono stati problemi però di maltempo, ma le previsioni parlano di peggioramento, anche se c’è attenzione per la Piena del Po. Il livello del grande fiume è calato, ma c’è stato l’invasione delle golene aperte non abitate nelle zone boschive. Questa situazione resterà stabile fino alla notte, quando è atteso un incremento del livello. Arriverà una nuova piena che dovrebbe avere il culmine nella bassa parmense mercoledì mattina Monitoraggio sul fronte fiume e sui diversi smottamenti. L’attenzione durerà fino a mercoledì sera, ma una nuova perturbazione è attesa in giornata. Intanto oggi il presidente della Regione Stefano Bonaccini firmerà la richiesta di stato di emergenza nazionale. Si stimano danni per milioni di euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, primi due casi a Parma: un uomo e una donna ricoverati al Maggiore

  • Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

  • Coronavirus, due nuovi casi a Parma: il bilancio si aggrava e sale a quattro

  • Coronavirus, è psicosi: supermercati presi d'assalto anche a Parma

  • Coronavirus, chiusura delle scuole prorogata dopo il 1° marzo? La decisione venerdì 28 febbraio

  • Coronavirus, quattro nuovi casi a Parma: il bilancio sale a otto

Torna su
ParmaToday è in caricamento