Montechiarugolo e Lesignano: tamponi e isolamento domiciliare per i famigliari dei contagiati

Ai colleghi di lavoro dell'uomo, impiegato in un'azienda di un altro Comune, sono state applicate le misure di sicurezza e di controllo

Due persone residenti nei comuni di Montechiarugolo e di Lesigano dè Bagni sono risultate positive, nella giornata di lunedì 24 febbraio, al coronavirus. La prima è una donna residente a Monticelli Terme, nel comune di Montechiarugolo. La paziente è attualmente ricoverata nel Reparto Malattie Infettive dell'Ospedale Maggiore di Parma: le sue condizioni di salute sono buone ed è sottoposta d una terapia antivirale. Era andata all'ospedale di Codogno per assistere la madre malata. Il secondo paziente è un uomo di Lesignano dè Bagni, che lavora in un'azienda che ha sede in un altro Comune.

AMUCHINA: ECCO COME FARLA IN CASA SECONDO L'OMS

I famigliari di entrambi i pazienti sono stati sottoposti ai tamponi, per verificare l'eventuale positività al virus e si trovano in isolamento domiciliare. Per quanto riguarda l'uomo di Lesignano sono già stati contattati i datori di lavoro, con sede in un altro comune, e si stanno applicando ai suoi colleghi tutte le misure di sorveglianza e controllo previste.

"Al momento - comunicano le Amministrazioni Comunali di Montechiarugolo e di Lesignano dè Bagni - non sono necessarie altre misure di prevenzione o controllo, nè presso il domicilio nè nella zona di residenza della persona malata".

Il Sindaco Daniele Friggeri e il sindaco Sabrina Alberini- si legge in una nota - sentite le Autorità Sanitarie Competenti, comunica che è confermata la presenza di un caso di Coronavirus accertato nel Comune di Montechiarugolo e di uno nel comune di Lesignano dè Bagni. Le persone risultate positive al coronavirus, residenti a Montechiarugolo e a Lesignano dè Bagni, sono attualmente ricoverata nel Reparto Malattie Infettive dell’Ospedale Maggiore di Parma: le loro condizioni sono considerate buone ed è al momento trattata con terapia antivirale. 

L’Azienda Usl e l’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma, in raccordo con le autorità sanitarie regionali, hanno attivato, per questo caso positivo, tutte le procedure previste di isolamento ospedaliero durante il ricovero, e di isolamento domiciliare per i suoi famigliari. Questi ultimi sono stati sottoposti anche alle misure previste dai protocolli regionali e nazionali di controllo di positività alla malattia e di sorveglianza costante da parte dei professionisti dell’Azienda Usl di Parma. Al momento non sono necessarie altre misure di prevenzione o controllo, nè presso il domicilio nè nella zona di residenza della persona malata. Come Amministrazione comunale di Montechiarugolo, unitamente alla Protezione Civile e all’Azienda Pedemontana Sociale siamo pronti ad intervenire qualora ci fossero casi di emergenza, soprattutto persone in autoisolamento o persone anziane con ridotta mobilità. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Invitiamo pertanto la cittadinanza - prosegue la nota -  a non fare scorta di generi alimentari o presidi sanitari ed evitare inutili assembramenti. Si invita la Cittadinanza a seguire le indicazioni emanate dal Ministero, che ricordiamo brevemente, ed invitiamo a non recarsi al Pronto Soccorso o presso gli ambulatori dei medici di famiglia in caso di sintomi ma contattare il  118. Lavarsi spesso le mani, a tal proposito si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie, e altri luoghi di aggregazione soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani. Evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute Non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani Coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce Non prendere farmaci antivirali né antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico Pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol. Usare la mascherina solo si sospetta di essere malato o si assiste persone malate. I prodotti Made in China e i pacchi ricevuti dalla Cina non sono pericolosi Contattare il Numero Verde regionale 800462340 se hai febbre o tosse e sei tornato dalla Cina da meno di 14 giorni Gli animali da compagnia non diffondono il nuovo coronavirus". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Spostamenti tra regioni il 3 giugno: ecco perché rischiamo la chiusura per altre due settimane

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • "La mia prima cena dopo il lockdown: vi racconto com'è andata"

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento