Colornese stroncato da un infarto mentre riprende la gara del figlio

Giuseppe Dodi, 55 anni, era a Sovico per seguire la Coppa di ciclismo Colli Briantei nella quale gareggiava il figlio Luca, corridore del Team Idea. Poco prima dell'inizio il suo cuore ha cessato di battere

Giuseppe Dodi, 55 anni, papà di Luca ciclista e alfiere del Team Idea, è purtroppo mancato all’affetto dei suoi carie di tanti sportivi a Sovico (Monza e Brianza) a pochi minuti dalla partenza della Coppa Colli Briantei riservata a elite e under 23, ieri domenica 5 giugno. E' quanto si legge in un comunicato ufficiale pubblicato sul sito di ciclismo pedaletricolore.it.

Papà Giuseppe ha sempre avuto enorme passione per il ciclismo. Ieri mattina Giuseppe è arrivato come sempre puntualissimo a Sovico per assistere alla classica e analizzare meticolosamente al prestazione del figlio. Tra gli hobbies di Giuseppe c’era anche la ripresa degli eventi con la telecamera. Naturalmente Giuseppe ha ripreso con la telecamera i preliminari.

A pochi minuti dal via si è anche servito di una scaletta per meglio inquadrare Luca e gli altri corridori. Mentre riprendeva, il suo cuore ha cessato di battere. Papà Dodi è stato trasportato all’ospedale San Gerardo di Monza per i necessari rilievi di medici e magistrati. La famiglia Dodi è di Colorno. Oltre a Luca, Giuseppe Dodi lascia l’altro figlio, Marco e la consorte Elena. I corridori del Team Idea hanno preso il via alla Colli Briantei ma dopo pochi chilometri, sconvolti dal dolore, hanno abbandonato.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento