Parmalat, terzo rinvio per il processo Bank of America: l'udienza nel 2014

E' il terzo rinvio dell'udienza da quando il processo è stato incardinato il 24 settembre del 2012. Le ragioni del rinvio risiedono nell'impossibilità, da parte degli uffici giudiziari parmigiani, di notificare gli atti a uno degli imputati

Il processo contro otto manager, o ex manager, di Bank of America coinvolti nel crac Parmalat del 2003, è stato rinviato al 17 giugno 2014. E' il terzo rinvio dell'udienza da quando il processo è stato incardinato il 24 settembre del 2012. Le ragioni del rinvio risiedono nell'impossibilità, da parte degli uffici giudiziari parmigiani, di notificare gli atti a uno degli imputati: lo statunitense George Louis Sampanis. Stando al tribunale di Parma l'imputato dovrebbe trovarsi in Gran Bretagna, probabilmente a Londra, ma si sono rivelate inutili le ricerche a mezza rogatoria che l'autorità giudiziaria ha portato avanti (da un anno in qua) presso l'ambasciata Usa nel Regno Unito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'attività di ricerca continuerà nel tentativo di ottenere riscontri. Nel frattempo, nel corso dell'udienza di oggi, è stata data lettura di un provvedimento del presidente del tribunale di Parma, Roberto Piscopo, che, in ragione di una carenza di organico dei suoi uffici pari al 20%, ha fatto slittare alcuni procedimenti, e tra questi quello relativo al concorso nella bancarotta Parmalat, "ad epoca successiva al maggio 2014". Gli otto imputati a processo per il crac di Tanzi da 14 miliardi di euro sono accusati di aver continuato a concedere prestiti al gruppo Parmalat (dal 1996 al 2003) pur essendo a conoscenza dello stato di decozione della società lattiero-casearia di Collecchio. Le linee di credito concesse da Bofa ammontano a circa un miliardo di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuovo focolaio nella Bassa: 33 lavoratori contagiati

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Trovato il corpo del 18enne parmigiano annegato in mare

  • Coronavirus, a Parma 13 nuovi casi: 9 sono i lavoratori della cooperativa

  • Tragedia: 25enne muore in ospedale 18 mesi dopo l'incidente

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

Torna su
ParmaToday è in caricamento