Patenti false e matrimoni combinati, stroncata banda italo-dominicana: in azione anche a Parma

Sedici persone sono state denunciate: un matrimonio costava 7 mila euro, una patente 2 mila

Decine di migliaia di euro per fornire patenti false ed organizzare, se necessario, anche matrimoni combinati. Un'associazione a delinquere, finalizzata alla creazione e alla commercializzazione, dietro pagamento, di documenti per la circolazione contraffatti, è stata sgominata dagli uomini della Guardia di Finanza di La Spezia che, insieme alla Polizia Muncipale, sono riusciti ad individuare sedici persone, tra cui 4 italiani, 8 dominicani, 2 egiziani, un rumeno un moldavo, che facevano parte del gruppo criminale. Le patenti, prodotte all'interno di alcune abitazioni a Napoli, venivano vendute al Nord, a Parma e a Cremona, oltre che a La Spezia. Oltre alle patenti il gruppo organizzava anche matrimoni combinati per cittadini extracomunitari con donne italiane, allo scopo di ottenere i documenti necessari per rimanere sul territorio: il compenso per ogni matrimonio era in media 7 mila, alcuni dei quali finivano nelle tasche delle false spose, mentre gli altri in quelle degli intermediari del gruppo. Una patente falsa invece arrivava a costare fino a 2 mila euro. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Telefonate per cambiare contratti luce e gas: Federconsumatori mette in guardia gli utenti

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

  • Fatture false, società fantasma e fondi di denaro 'occulti' per evadere il fisco, tre arresti: sequestrati immobili di lusso

  • Assicuratore-pusher 37enne gestiva un traffico di marijuana e hashish in Università: quattro arresti

  • Gioca 5 euro e vince 66 milioni di euro: maxi vincita al Superenalotto a Basilicagoiano

  • Lista delle 20 città più belle d’Italia: Fontanellato all'ottavo posto

Torna su
ParmaToday è in caricamento