Promozioni in Ospedale: il Pm chiede il rinvio a giudizio per l'ex Rettore Borghi

"Scelse la sua convivente Tiziana Meschi, deve essere processato"

L'ex Rettore dell'Università degli Studi di Parma Loris Borghi avrebbe fatto pressioni e in qualche modo imposto la promozione della ricercatrice Tiziana Meschi, che sarebbe la sua convivente. Il Pm Umberto Ausiello, che ha coordinato l'inchiesta per abuso d'ufficio portata avanti dal Nucleo di polizia tributaria della Finanza, ne è convinto. Il Pubblico Ministero ha chiesto il rinvio a giudizio per Borghi mentre ha chiesto l'archiviazione per Tiziana Meschi, la beneficiaria dei provvedimenti di promozione e per Leonida Grisendi, direttore generale dell'Azienda Ospedaliera-Universitaria ai tempi delle nomine. Nello specifico si tratta del provvedimento che portò la dottoressa Meschi alla guida del reparto di Medicina interna e Lungodegenza critica, nel febbraio 2014 e, poco dopo, a capo del Dipartimento medico geriatrico riabilitativo. Secondo l'accusa Loris Borghi, che si è dimesso proprio in seguito all'inchiesta Pasimafi e la dottoressa Meschi sono conviventi e l'ex Rettore si sarebbe prodigato per garantire il posto proprio a lei. Ora spetterà al Giudice per le Indagini Preliminari decidere: per la Meschi e per Leonida Grisendi c'è invece la richiesta di archiaviazione. Secondo il Pm infatti non è stato possibile dimostrare un loro ruolo attivo in tutta la vicenda. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Dal 3 giugno via libera agli spostamenti da Parma nelle altre regioni

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

Torna su
ParmaToday è in caricamento