Crac Parmalat, Tanzi non è più Cavaliere del Lavoro

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, accogliendo la proposta del ministro dello Sviluppo Economico, ha revocato la decorazione per indegnità a seguito delle vicende giudiziare di bancarotta.

Calisto Tanzi, gia' patron della Parmalat, non e' piu' Cavaliere del Lavoro. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accogliendo la proposta del Ministro dello Sviluppo Economico, ha infatti firmato venerdi' scorso il decreto di revoca ''per indegnita''' della decorazione di Cavaliere al Merito del Lavoro, che era stata conferita a Tanzi il 2 giugno 1984.

Dopo le complesse vicende finanziarie e giudiziarie i cui era rimasto coinvolto Calisto Tanzi, il Ministro dello Sviluppo Economico aveva chiesto di cancellare l'onorificenza ritenendo che sussistessero ''le condizioni previste dalla legge per la revoca''. Sara' ora lo stesso ministero di Via Veneto, come si afferma nel decreto presidenziale, a curare la trascrizione del provvedimento nell'albo dell'Ordine, oltre che a farlo pubblicare nella Gazzetta Ufficiale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La psicosi della banda armata di spranghe: ma è solo una fake social

  • Si schiantano in auto contro un tir in A1: muoiono una 24enne incinta e il suocero 76enne

  • "Rimborsi raddoppiati per gli interventi chirurgici", sequestro di oltre 1 milione di euro alle Piccole Figlie: denunciati direttore e dirigente medico

  • "Fascista di m... ti prendo a schiaffi": candidata della Lega aggredita e minacciata a Sissa

  • Più di mille giovani a Noceto per un rave in un capannone abbandonato

  • Fontanellato, operaio investito da un muletto: 59enne gravissimo al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento