Crac Parmalat, Tanzi non è più Cavaliere del Lavoro

Il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, accogliendo la proposta del ministro dello Sviluppo Economico, ha revocato la decorazione per indegnità a seguito delle vicende giudiziare di bancarotta.

Calisto Tanzi, gia' patron della Parmalat, non e' piu' Cavaliere del Lavoro. Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accogliendo la proposta del Ministro dello Sviluppo Economico, ha infatti firmato venerdi' scorso il decreto di revoca ''per indegnita''' della decorazione di Cavaliere al Merito del Lavoro, che era stata conferita a Tanzi il 2 giugno 1984.

Dopo le complesse vicende finanziarie e giudiziarie i cui era rimasto coinvolto Calisto Tanzi, il Ministro dello Sviluppo Economico aveva chiesto di cancellare l'onorificenza ritenendo che sussistessero ''le condizioni previste dalla legge per la revoca''. Sara' ora lo stesso ministero di Via Veneto, come si afferma nel decreto presidenziale, a curare la trascrizione del provvedimento nell'albo dell'Ordine, oltre che a farlo pubblicare nella Gazzetta Ufficiale.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Venditti: "Ci hanno tolto la luce, abbiamo interrotto il concerto: imbarazzante"

  • Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

  • "Quel medico ha cercato di infilarmi le mani sotto gli slip: ho rischiato di ferirmi con l'ago"

  • Sorbolo, pauroso frontale tra due auto in via Mantova: tre feriti gravi

  • Bomba d'acqua a Parma: allagamenti e disagi alla circolazione stradale

Torna su
ParmaToday è in caricamento