Fidenza, alla Ciet senza stipendio da due mesi: scioperano i 40 lavoratori

La vertenza dell'azienda - appalto della Telecom - è già sul tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico. In tutt'Italia i dipendenti CIET attendono il pagamento di gennaio e febbraio 2011 e della 14a del 2010

"Ci dicono sempre che il passaggio di un servizio dal pubblico al privato è meglio, si guadagna in qualità del servizio stesso. La situazione della telefonia in Italia non può dire di averci guadagnato. Da quando la Telecom, ormai privata (e quotata in borsa), ha distribuito l'assistenza della rete ai subappalti, quelli che sicuramente ci hanno perso sono stati i lavoratori della telefonia. E anche lo Stato".
È quello che sostiene Lucia De Cavalcanti, della Fiom Cgil di Parma, che precisa che "mancando un serio sistema di regole è partita una corsa alla diminuzione del costo del lavoro. Infatti, pur essendo la riparazione dei guasti della rete telefonica un “mercato” che non conosce crisi, (inteso come ore di lavoro da effettuare) sono le stesse aziende a creare difficoltà, cercando in ogni modo di abbattere i costi del lavoro (mobilità, cassa integrazione, passaggi da azienda in azienda) con rischi per le piccole aziende, per la qualità del servizio, nonché della sicurezza dei lavoratori".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

È il caso della ditta CIET IMPIANTI Spa, appalto dell'assistenza rete Telecom. La ditta, che occupa 960 dipendenti nei cantieri sparsi in tutta Italia, ha un cantiere anche a Fidenza, dove dà lavoro ad una quarantina di dipendenti, residenti nel territorio di Parma. La vertenza è già sul tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico. In tutt'Italia i dipendenti CIET attendono il pagamento della mensilità di gennaio e febbraio 2011. E anche la quattordicesima del 2010 deve ancora essere corrisposta.
Ora i dipendenti non credono più alle promesse dell'azienda. Per questo i lavoratori di Fidenza hanno scioperato nella giornata di mercoledì 16 marzo. Con loro la FIOM di Fidenza e la RSU FIOM. Fermi davanti ai cancelli del proprio stabilimento sotto una pioggia battente. Hanno deciso di scioperare anche nella giornata odierna per altre 8 ore. Ulteriori iniziative verranno articolate la prossima settimana, in tutti i cantieri CIET in Italia. Fino a che non giungano garanzie di lavoro e di giusta retribuzione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Choc a Bedonia, lite per un muretto: 63enne uccide il vicino di casa 70enne fracassandogli il cranio

  • Blitz contro gli assembramenti: chiuso un locale in via Emilio Lepido

  • Calabria, Pizzarotti sullo spot che attacca il Nord: "Non dirò mai venite a Parma paragonandola ad altre città"

  • Paura a Cangelasio: esplosione ed incendio in un fienile e un'abitazione

  • Maxi evasione dell'Iva: la Finanza sequestra 12 milioni di euro a due cooperative del gruppo Taddei

  • Affittano una casa al mare ma la trovano occupata: coppia di Felino truffata via internet

Torna su
ParmaToday è in caricamento