Fidenza, alla Ciet senza stipendio da due mesi: scioperano i 40 lavoratori

La vertenza dell'azienda - appalto della Telecom - è già sul tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico. In tutt'Italia i dipendenti CIET attendono il pagamento di gennaio e febbraio 2011 e della 14a del 2010

"Ci dicono sempre che il passaggio di un servizio dal pubblico al privato è meglio, si guadagna in qualità del servizio stesso. La situazione della telefonia in Italia non può dire di averci guadagnato. Da quando la Telecom, ormai privata (e quotata in borsa), ha distribuito l'assistenza della rete ai subappalti, quelli che sicuramente ci hanno perso sono stati i lavoratori della telefonia. E anche lo Stato".
È quello che sostiene Lucia De Cavalcanti, della Fiom Cgil di Parma, che precisa che "mancando un serio sistema di regole è partita una corsa alla diminuzione del costo del lavoro. Infatti, pur essendo la riparazione dei guasti della rete telefonica un “mercato” che non conosce crisi, (inteso come ore di lavoro da effettuare) sono le stesse aziende a creare difficoltà, cercando in ogni modo di abbattere i costi del lavoro (mobilità, cassa integrazione, passaggi da azienda in azienda) con rischi per le piccole aziende, per la qualità del servizio, nonché della sicurezza dei lavoratori".

È il caso della ditta CIET IMPIANTI Spa, appalto dell'assistenza rete Telecom. La ditta, che occupa 960 dipendenti nei cantieri sparsi in tutta Italia, ha un cantiere anche a Fidenza, dove dà lavoro ad una quarantina di dipendenti, residenti nel territorio di Parma. La vertenza è già sul tavolo del Ministero dello Sviluppo Economico. In tutt'Italia i dipendenti CIET attendono il pagamento della mensilità di gennaio e febbraio 2011. E anche la quattordicesima del 2010 deve ancora essere corrisposta.
Ora i dipendenti non credono più alle promesse dell'azienda. Per questo i lavoratori di Fidenza hanno scioperato nella giornata di mercoledì 16 marzo. Con loro la FIOM di Fidenza e la RSU FIOM. Fermi davanti ai cancelli del proprio stabilimento sotto una pioggia battente. Hanno deciso di scioperare anche nella giornata odierna per altre 8 ore. Ulteriori iniziative verranno articolate la prossima settimana, in tutti i cantieri CIET in Italia. Fino a che non giungano garanzie di lavoro e di giusta retribuzione.

Potrebbe interessarti

  • Piscine interrate: costi e tempi per averne una nel proprio giardino

  • E' vero che i farmaci generici sono uguali a quelli di marca?

  • Ma come ti vesti... a un matrimonio estivo? Ecco tutti i consigli

  • Verità e falsi miti sui rimedi anti medusa

I più letti della settimana

  • Chiesi, 4 lettere di licenziamento: parte lo stato di agitazione

  • Neonato di 8 mesi si ustiona in Autogrill: è grave al Maggiore

  • Ecco le baby gang che tengono in ostaggio il centro: "Giovanissimi tra alcol, droga e risse violente"

  • Roncole Verdi: motociclista 57enne cade sull'asfalto e muore

  • "Invasione di sciami di cimici pericolose in Emilia-Romagna"

  • Metalmeccanici, il 14 giugno è sciopero generale: lavoratori di Parma alla manifestazione di Firenze

Torna su
ParmaToday è in caricamento