Tipico a Tavola, una guida ai ristoranti tradizionali: 14 segnalati nel parmense

Sono 14 i ristoratori del parmense che aderiscono alla rete del “Tipico a Tavola” e contenuti nella terza edizione della Guida presentata a Bologna. Cantoni: "Per gli appassionati del turismo enogastronomico è uno strumento per provare “dal vivo” le nostre eccellenze alimentari"

Sono 14 i ristoratori del parmense che aderiscono alla rete del “Tipico a Tavola” e contenuti nella terza edizione della Guida presentata a Bologna. I ristoranti sono: il Ristorante Gallo D’Oro, il Ristorante Parma Rotta, la Trattoria Belvedere, la Trattoria Corrieri,  Alle Roncole, il Ristorante Corte di Giarola, il Ristorante Locanda Stendhal, l’Antica Trattoria Leoni, l’Hostaria delle Terre Verdiane, il Ristorante Mezzadri, il Ristorante Il Rigoletto, la Taverna del Castello, la Trattoria Laghi Verdi, la Trattoria La Maestà.

Nei ristoranti, nelle trattorie e nelle osterie del Tipico a Parma, spiega Stefano Cantoni responsabile ristorazione alla Confesercenti di Parmasi possono trovare menù tipici locali, piatti tradizionali autentici realizzati con i prodotti del territorio, seguendo le stagionalità e le ricette tradizionali, o rivisitati dalla creatività degli chef; per gli appassionati del turismo enogastronomico è uno strumento per provare “dal vivo” le nostre eccellenze alimentari, sapientemente trasformate in piatti golosi. Presenti ovunque nella regione, i ristoranti di Tat, sono in grado di ospitare ogni tipo di clientela, per ogni occasione e in spazi adeguati, proponendo squisiti piatti di pianura, collina, mare e montagna; preparati a regola d’arte e sempre accompagnati dalla passione, professionalità e simpatia tipiche di questa terra, da Piacenza al mare.

La Guida a Locali e Ricette 2013 del Tipico a Tavola è consultabile o scaricabile anche in versione per smartphone e tablet. Insieme a tutte le indicazioni utili sui locali, la Guida on line propone circa trecento ricette scritte direttamente da cuochi e chef, corredate di tutte le istruzioni per essere realizzate passo per passo, con la massima semplicità e chiarezza. 

Alla conferenza stampa di presentazione sono intervenuti: il professor Corrado Barberis, presidente Istituto Nazionale di Sociologia Rurale, Andrea Cavallina -  Presidente Regionale FIEPET (Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici), Stefano Bollettinari - Direttore Confesercenti Emilia Romagna, Maurizio Melucci - Assessore al Commercio e Turismo della Regione Emilia-Romagna.

“La crescita dell’adesione al marchio – ha sottolineato Stefano Bollettinari - dimostra il sempre maggior interesse per la cucina della tradizione e dell’ospitalità emiliano romagnola, immagine e sostanza della creatività e dell’operosità del mondo della ristorazione di una regione conosciuta ovunque per l’attenzione alla buona tavola.”. “Il nostro territorio – ha continuato Bollettinari - è talmente ricco di prodotti di qualità e di ristoratori capaci di interpretare la tradizione in chiave moderna, che il marchio Tipico a Tavola si propone come strumento di promozione per questi piccoli imprenditori e va inoltre incontro alle esigenze di quanti amano la buona tavola e vogliono la garanzia di mangiare prodotti locali e genuini.

La Guida, inoltre, è una vetrina comoda e facilmente consultabile, prezioso strumento anche per tutti i turisti che visitano la nostra regione.“È una grande emozione vedere il successo che registra questo progetto – ha detto Andrea Cavallina, noto ristoratore di Ferrara – perché è nato dalla diretta volontà dei ristoratori di valorizzare, col proprio lavoro e passione, la qualità della tradizione e i suoi valori culturali e sociali”.

“I dati dell’Osservatorio regionale – ha detto Melucci – ci dicono che quando si va a mangiar fuori il tipo di menù, la conoscenza del locale e il buon rapporto fra qualità e prezzo sono i criteri che ispirano le scelte degli emiliano-romagnoli e le cucine ricercate sono quelle di tipo tradizionale (oltre l’80% delle persone intervistate dall’Osservatorio ha espresso questa indicazione). La rete del Tipico a Tavola ha il pregio di rispondere a questi requisiti, aumentando fra i consumatori la conoscenza delle eccellenze enogastronomiche del nostro territorio, valorizzando la tradizione e aiutando le imprese ad accrescere le proprie competenze”.

Tipico a Tavola è promosso dalla FIEPET Federazione Italiana Esercenti Pubblici e Turistici e patrocinato dalla Regione Emilia-Romagna, da APT Servizi E.R. e dal Conservatoire International des Cuisines Méditerranéennes.

I RISTORANTI DEL TIPICO A TAVOLA 

PARMA: Ristorante Gallo D’Oro, Ristorante Parma Rotta, Trattoria Belvedere, Trattoria Corrieri, Alle Roncole, Ristorante Corte di Giarola, Ristorante Locanda Stendhal, Antica Trattoria Leoni, Hostaria delle Terre Verdiane, Ristorante Mezzadri, Ristorante Il Rigoletto, Taverna del Castello, Trattoria Laghi Verdi,  Trattoria La Maestà. 

BOLOGNA: Ristorante Ciacco, Ristorante La Traviata, Trattoria Casa Buia, Trattoria di Via Serra, La Barattina, Ristorante La Chiesaccia, Trattoria dai Mugnai, Trattoria del Borgo, Trattoria Tubino, Ristorante Nuova Roma, Ristorante La Scuderia (Imola), Hostaria 900 (Imola), Osteria del Vicolo Nuovo da Ambra e Rosa (Imola), Ristorante Naldi (Imola). 

FERRARA: “Da Noemi”  Trattoria La Romantica, Ristorante “Abbazia Pomposa”, Ristorante Ramina, Trattoria Ca’ Vecia, Antica Osteria Gola Gioconda, Osteria delle Sabbie 1731, La luna nel pozzo. 

FORLÌ CESENA:  Ristorante Del Lago, Locanda al Gambero Rosso, Ristorante Alto Savio, Trattoria Albergo Mingaren, Cohiba, Osteria Michiletta, Ristorante Osteria Cerina, Osteria del Gran Fritto, Ristorante Osteria Pizzeria Gabbiano, Trattoria La Guinguette da Slim, Hotel Ristorante “Rosa Bianca” da Moreno, Ristorante Convivio,  Ristorante l’insonnia,  Trattoria Petito, Osteria L'Aldiquà, Il Ristorante dei Cantoni, Ristorante “Da Elena”, Ristorante Da Ottavio. 

MODENA: La Quercia di Rosa,  Osteria Stallo del Pomodoro,  Ristorante La Ca’ di Mat, Ristorante l’incontro, Hostaria del Rio, Locanda Marcella. 

PIACENZA: Trattoria Da Carlo, Trattoria La Pireina,  Antica Osteria Croce Bianca, Antica Osteria della Pesa, Antica Osteria al Cavaliere Nero, Ristorante Rio Verde, Ristorante Lo Zingaro, Trattoria Regina. 

RAVENNA: Antica Bottega di Felice, Fricandò,  Osteria dei Battibecchi, Ristorante Alexander,  Albergo Trattoria Al Gallo, Osteria Malabocca, Trattoria Cheterena, Ristorante Al Deserto, Ristorante Pizzeria Notte e Dì, La Trattoria, Ristorante “Da Matteo”, Ristorante Da Coa.

REGGIO EMILIA: Ristorante “Trattoria da Probo”, Ristorante Casa Maffei da Natale, La Baita d'oro, Osteria Sotto Sopra by La Brace, Albergo Ristorante "La Maddalena", Osteria in Scandiano. 

RIMINI: Osteria Enoteca “Al Bel Fico”, Ristorante Albergo Lago Verde, Osteria La Corte di Berengario, Ristorante Antenna Dal Morino, Locanda dell'Ambra, Il Chiosco di Bacco, Casa Zanni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I cinque migliori ristoranti per la pausa pranzo a Parma

  • Macellaio 'infedele' cambia le etichette sulla carne per pagare meno: 35enne denunciato per furto

  • Si schianta in moto contro un muretto di fronte alla Metro: muore 40enne

  • Lavoro nero e scarse condizioni igieniche: i Nas chiudono un ristorante

  • Quando si possono accendere i termosifoni: tutte le date città per città

  • Maxi blitz contro la 'chiesa' con il culto di Gesù Bambino di Gallinaro: perquisizioni a Parma

Torna su
ParmaToday è in caricamento