Viale Fratti, tolti i sigilli all'area ex-scalo merci: progetti abbandonati

La zona sequestrata dalla Guardia di Finanza per la presenza di amianto un anno fa è tornata nella disponibilità dei proprietari: qui non sorgerà più nè la nuova Questura nè il centro sanitario

Il progetto del centro sanitario che avrebbe dovuto sorgere in viale Fratti

L'area dell'ex scalo merci di viale Fratti, all'interno della quale la passata giunta Vignali aveva progettato la realizzazione della nuova sede della Questura di Parma e una struttura sanitaria, sequestrata dalla Guardia di Finanza un anno fa è tornata disponibile ai proprietari. La richiesta di mettere i sigilli all'area era arrivata in seguito ai rilevamenti sui livelli di amianto presenti, risultati superiori ai termini di legge.

Tutto partì da un'interrogazione del gruppo consigliare del Pd in consiglio comunale. Il fermo dei lavori portò anche ad un'inchiesta per abuso d'ufficio che vede coinvolti anche l'ex-assessore all'Urbanistica Francesco Manfredi. Ora che i due progetti sono stati abbandonati e la giunta Vignali non governa più la città l'area è stata rimessa a disposizione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Truffa del Postamat, la maxi indagine riguarda anche Parma

  • Parmense flagellato dal maltempo: allagamenti, crolli e disagi per la neve

  • Chiamavano i clienti per offrirgli la droga: arrestati tre pusher

  • Pioggia e vento, allerta gialla nel parmense: week end con temperature in discesa

  • Un uomo minaccia di lanciarsi dal viadotto: fermato all'altezza di Fontevivo

  • Maltempo: allerta per piene dei fiumi e frane in Appennino

Torna su
ParmaToday è in caricamento