Violenza di genere, Maestri: “10 milioni di euro per la prevenzione e il contrasto del fenomeno”

Pubblicato il nuovo bando di finanziamento dei progetti in attuazione della convenzione di Istanbul  

“Finalmente i fondi sono disponibili. E’ stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale e online sul sito internet del Dipartimento Pari Opportunità del Governo, il bando che stanzia 10 milioni di euro per il finanziamento di iniziative per la prevenzione e il contrasto alla violenza sulle donne che permetterà di supportare le attività e la progettualità di associazioni no profit, enti locali e istituzioni scolastiche e universitarie, con l’obiettivo di implementare il raggio d’azione del piano straordinario contro la violenza di genere”.
 
A dichiararlo è la deputata Pd Patrizia Maestri, componente dell’intergruppo parlamentare “per le donne” nato nei mesi scorsi su iniziativa della Presidente della Camera, Laura Boldrini.
 
“Il finanziamento si propone di affrontare la problematica della prevenzione e del contrasto alla violenza di genere in modo complessivo e complementare, con iniziative specifiche di supporto e reinserimento anche lavorativo delle vittime di violenza e una particolare attenzione alla condizione delle donne migranti e rifugiate che talvolta subiscono maltrattamenti o sono vittime di pratiche inaccettabili, come la mutilazione genitale, senza avere la piena consapevolezza della gravità delle violenze subite” – ha spiegato Patrizia Maestri – “Ritengo molto significativa l’attenzione riservata ai programmi di intervento per gli uomini autori di comportamenti violenti o potenzialmente in procinto di metterli in atto e al contrasto delle forme di “violenza economica” che si declinano per esempio nell'impedimento per la donna di conoscere il reddito familiare, di poter utilizzare o addirittura avere una propria carta di credito o un bancomat, di poter spendere il denaro autonomamente o lavorare fuori casa”.
 
“Credo che il nostro territorio, che ha vissuto purtroppo da vicino episodi drammatici di violenza e femminicidio, abbia la necessità di impegnarsi al massimo per implementare quelle buone pratiche di prevenzione e contrasto che possono, veramente, consentire a tante donne di emanciparsi o addirittura salvarsi la vita. Il termine per l’invio delle istanze di finanziamento è il 30 settembre”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morta la 38enne di Fontanellato colpita da un malore in acqua

  • Tragedia a Varano: 39enne muore schiacchiato dalla ruspa che stava conducendo

  • Annaffia i fiori e l'acqua finisce sul balcone di sotto: 53enne aggredisce il vicino con un grosso machete

  • La parmigiana Erica Talco torna a 'Uomini e donne'

  • Abusi sessuali nei confronti di un bambino di 11 anni: arrestato 37enne

  • Roccabianca: scoperte due concessionarie abusive di auto

Torna su
ParmaToday è in caricamento