Violenza sessuale e lesioni su una 21enne: Wilson Ndu Aniyem condannato a 5 anni e 8 mesi

Il nigeriano che si trovava insieme a Federico Pesci la notte in cui, secondo l'accusa, sarebbe stata stuprata una 21enne, aveva scelto il rito abbreviato

Wilson Ndu Aniyem, l'uomo nigeriano accusato, insieme all'imprenditore parmigiano Federico Pesci, di aver stuprato una 21enne, è stato condannato a 5 anni e 8 mesi di carcere, ben 1 anno e 2 mesi in più rispetto alla richiesta fatta dal Pubblico Ministero. Wilson era stato accusato di violenza sessuale, lesioni aggravate e spaccio di sostanze stupefacenti. L'imputato ha scelto di affrontare il processo con il rito abbreviato che permette di avere la riduzione di un terzo della pena. Alla ragazza è stato riconosciuto un risarcimento di 25 mila euro: al Comune di Parma e al Centro Antiviolenza, che si erano costituiti parte civile, non andrà invece nessun risarcimento. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico schianto a Varano dè Melegari, esce di strada con l'auto: muore 33enne

  • Venditti: "Ci hanno tolto la luce, abbiamo interrotto il concerto: imbarazzante"

  • Artigiano 35enne di Busseto stroncato da un malore in vacanza

  • "Quel medico ha cercato di infilarmi le mani sotto gli slip: ho rischiato di ferirmi con l'ago"

  • Sorbolo, pauroso frontale tra due auto in via Mantova: tre feriti gravi

  • Donna di 42 anni investita da un'auto in viale Mentana: gravissima al Maggiore

Torna su
ParmaToday è in caricamento