Violenza sessuale e lesioni su una 21enne: Wilson Ndu Aniyem condannato a 5 anni e 8 mesi

Il nigeriano che si trovava insieme a Federico Pesci la notte in cui, secondo l'accusa, sarebbe stata stuprata una 21enne, aveva scelto il rito abbreviato

Wilson Ndu Aniyem, l'uomo nigeriano accusato, insieme all'imprenditore parmigiano Federico Pesci, di aver stuprato una 21enne, è stato condannato a 5 anni e 8 mesi di carcere, ben 1 anno e 2 mesi in più rispetto alla richiesta fatta dal Pubblico Ministero. Wilson era stato accusato di violenza sessuale, lesioni aggravate e spaccio di sostanze stupefacenti. L'imputato ha scelto di affrontare il processo con il rito abbreviato che permette di avere la riduzione di un terzo della pena. Alla ragazza è stato riconosciuto un risarcimento di 25 mila euro: al Comune di Parma e al Centro Antiviolenza, che si erano costituiti parte civile, non andrà invece nessun risarcimento. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Pilastrello, auto esce di strada: muore il conducente 51enne

  • Maestra parmigiana litiga su Twitter con un fumettista: poi si incontrano e lo sposa

  • Fase 2: ecco cosa si potrà fare (e cosa no) dal 3 giugno

  • Coronavirus, Venturi choc: "Non si può chiudere un intero paese quando non ce n'è alcun bisogno"

  • Coronavirus: a Parma un morto e 4 nuovi casi

  • Emergenza Covid-19, 100 carabinieri contagiati: un militare di Noceto è deceduto

Torna su
ParmaToday è in caricamento