Al calar della notte al Castello Incantato

Il Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino partecipa alla grande rassegna promossa dalla Regione Emilia Romagna Vivi il Verde 2017 con sabato 23 Settembre una speciale visita alla scoperta del millenario castello e del suo giardino che saranno eccezionalmente illuminati con la sola luce delle candele, fiaccole e lanterne. Verranno inoltre effettuate l’apertura straordinaria dell’intera terrazza con il loggiato Seicentesco e del giardino segreto. Giochi di luce e tenui note musicali daranno vita e voce agli affreschi. Domenica 24 Settembre, apertura straordinaria del giardino per tutti i visitatori con la possibilità di pic-nic.
Due speciali aperture che consentiranno ai visitatori del Castello di scoprire sotto due luci diverse il Castello più antico del parmense, il suo giardino e la meravigliosa vista a perdita d’occhio sul paesaggio collinare.
Sabato 23 Settembre, a partire dalle ore 19.00, nel borgo incantato sulle colline del Sale, la magia della notte scende sul millenario Castello protetto dall’Aquila Imperiale e sul suo giardino. Tra i profumi notturni del bosco, le cromie di aiuole fiorite e i verdi dalle più svariate gradazioni che avvolgono il maniero, protraendosi anche all’interno, nelle decorazioni dei preziosi soffitti e negli affreschi Seicenteschi che ritraggono scene trompe l’oeil con paesaggi verdeggianti e ghirlande di frutta, ci si potrà lasciare ispirare dai suoni e dalle ombre della natura.
Dopo il tramonto, con il calare della sera, le fiamme di miriadi di candele illuminano il maniero per una visita guidata molto speciale dove verrà data voce anche alle mura del Castello. Suggestivi giochi di luce, accompagnati da tenui note musicali, animeranno gli affreschi. Nei saloni, i preziosi soffitti Seicenteschi verranno eccezionalmente vestiti di luce e nel Salotto del Diavolo, la porta segreta si aprirà per mostrare l’antica via di fuga. Durante la visita sarà anche possibile ripercorrere la storia del Castello più antico della Provincia le cui possenti mura narrano antiche epopee cavalleresche e fastose celebrazioni dinastiche con personaggi mitici, come Adalberto Pallavicino, tra i più audaci condottieri del suo secolo, fondatore del Castello, e dell’antica casata dei Pallavicino, da cui discende l’attuale proprietario. Verranno inoltre aperti l’intero loggiato Seicentesco, unico nella regione, con le sue finestre che si aprono come quinte sceniche su un meraviglioso paesaggio collinare in fuga prospettica e la quattrocentesca scalinata dei cavalli con il suo giardino segreto. La visita si concluderà nel grande giardino ai piedi del Castello, eccezionalmente aperto per l’occasione. Incastonato tra le millenarie mura di cinta merlate, che conservano ancora l’antica postazione delle guardie con le sue feritoie, regala una vista bellissima sul paesaggio collinare e sulla facciata del Castello, il filare delle ortensie e le rose antiche.
La prenotazione è obbligatoria per l’evento notturno di sabato 23 settembre mentre non è obbligatoria per le visite di domenica 24 settembre con l’apertura straordinaria del giardino privato con possibilità di pic-nic. L’evento di sabato 23 Settembre è confermato anche in caso di pioggia, così come l’apertura del giardino domenica 24 Settembre.

Informazioni e prenotazioni:
Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino
Tel: 0524 572381
info@castellodiscipione.it

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • Ecco i mercatini di Natale in via d'Azeglio

    • solo domani
    • 15 dicembre 2019
  • La musica che fa la storia: inizia la stagione al Campus Industry

    • dal 27 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Campus Industry Music
  • Tutti Matti sotto Zero: dal 25 dicembre al 6 gennaio

    • dal 25 dicembre 2019 al 6 gennaio 2020
    • Parco Cittadella
  • a parma il natale si tinge di vinile

    • oggi e domani
    • dal 14 al 15 dicembre 2019
    • Circolo Ricreativo Dipendenti Comunali
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ParmaToday è in caricamento