asia argento a parma con il suo dj set

Venerdì 5 Aprile al Campus Industry Music è attesa Asia Argento, con il nuovo progetto di dj set con cui sta riempiendo i migliori club d'Italia. Aftershow con con Obscene dj set e apertura a cura di Tying Tiffany e Delenda Noia, a partire dalle 22:30. Ingresso 18 euro, in lista 16, per informazioni e liste tel. 3314241169.

L'attrice, figlia del maestro dell'horror Dario Argento, ha dimostrato da tempo di essere un'artista poliedrica, con una produzione anche come regista, sceneggiatrice e cantante di tutto rilievo. L'ultimo campo in cui si è cimentata, in ordine di tempo, è stato quello della club culture, che le ha immediatamente tributato l'attenzione che merita.
Ad aprire la serata Tying Tiffany, che condivide con Asia la tendenza ribelle. Una carriera di musicista iniziata con la passione per le sonorità synthwave e post punk, nel corso degli anni ha partecipato a festival internazionali come il Wave Gotik Treffen, M'era Luna, Dark Munich e Liverpool Soundcity aprendo per artisti come Iggy Pop, Killing Joke e Alec Empire. L'altro supporto di Asia sarà costituito dai Delenda Noia, un duo di musica elettronica che mette le basi nella new wave e guarda al futuro.

Attendere un istante: stiamo caricando la mappa del posto...

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

A proposito di , potrebbe interessarti

I più visti

  • La musica che fa la storia: inizia la stagione al Campus Industry

    • dal 27 settembre 2019 al 16 maggio 2020
    • Campus Industry Music
  • 'Carosello. Pubblicità e Televisione 1957-1977': al via la mostra alla Magnani Rocca

    • dal 7 settembre al 8 dicembre 2019
    • Fondazione Magnani Rocca
  • Ecco il Barezzi Festival, da Echo & The Bunnymen a Vasco Brondi e Cristiano Godano: il programma

    • dal 15 al 17 novembre 2019
    • Teatro Regio, Auditorium Paganini
  • naked woman di roberto petrolini

    • Gratis
    • dal 9 al 28 novembre 2019
    • Chaos Art Gallery
  • Potrebbe interessarti

    Torna su
    ParmaToday è in caricamento