Felino, commedia a scopo benefico per i diversamente abili

Il 3 dicembre al Cinema Teatro Comunale alle ore 21 sarà in scena la commedia dialettale “Tra’n sospect e cl’eter ariva sira”. I proventi verranno devoluti all’associazione Liberi di Volare

Per celebrare la Giornata internazionale delle persone con disabilità, il Comune di Felino – Assessorato alle politiche sociali, l’associazione Liberi di Volare e la Banca del Tempo, propongono per il 3 Dicembre un’iniziativa a scopo benefico. Al Cinema Teatro Comunale alle ore 21 sarà in scena la commedia dialettale “Tra’n sospect e cl’eter ariva sira”, della Compagnia “Commedianti per caso” della Banca del Tempo di Felino. I proventi dei biglietti di ingresso, a offerta libera, verranno devoluti all’associazione Liberi di Volare che opera a Felino per l’inserimento nel sociale delle persone diversamente abili.

Istituita dall’Onu da circa vent’anni, la Giornata internazione dei diritti delle persone disabili ha acquisito nel corso del tempo una crescente rilevanza sociale. Come sottolinea Rosina Trombi,  Assessore alle politiche sociali, << questa è un’importante occasione di riflessione politica e di solidarietà sociale con la quale desideriamo sostenere le persone diversamente abili e le loro famiglie ma anche tutti gli operatori, i professionisti e i volontari impegnati sul fronte della disabilità>>.

Lo spettacolo, allestito da una compagnia di attori dilettanti locali, è adatto grandi e piccini: racconta una vicenda comica che coinvolge diversi personaggi alle prese con un improbabile mago, affascinato dalla televisione. La storia surreale fa riferimento alla realtà di Felino, affrontata in modo spiritoso e divertente.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La raccolta fondi sarà interamente devoluta all’associazione non lucrativa “Liberi di Volare” che realizza, in collaborazione con altri enti locali e con l’Azienda Usl, progetti per l’inserimento lavorativo di giovani e adulti diversamente abili; coordina esperienze di domiciliarità integrata nel tessuto sociale; promuove una rete di comunicazione a supporto delle persone disabili; assiste anziani e disabili tramite la collaborazione volontaria con associazioni di avvocati, notai, psicologi, medici e operatori sanitari.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Sepe cuore d'oro: non chiede gli affitti ai suoi inquilini

  • Coronavirus - Parma piange altri 14 morti, 48 nuovi casi: il totale arriva a 2.365

  • Coronavirus, Parma piange altri 25 morti e 118 nuovi casi: il totale supera i 2.200

  • Coronavirus: muore a 60 anni l'attivista dei 5 Stelle Cinzia Ferraroni

  • Coronavirus, Venturi contro Borrelli: "Il 1° maggio a casa? Smettetela di diffondere opinioni senza certezze"

  • Coronavirus: muore a 54 anni Roberto Bocchi

Torna su
ParmaToday è in caricamento