Induction week: da Università, Comune e Conservatorio un caloroso benvenuto agli studenti internazionali

La settimana di inserimento prosegue fino a domenica 23 settembre, e nei prossimi giorni sono previsti, oltre alle sessioni informative curate da ciascun Dipartimento

 In un clima di proficua collaborazione e condivisione della visione europea e internazionale, l’Università di Parma, il Conservatorio “Arrigo Boito” e il Comune di Parma hanno dato il benvenuto agli studenti stranieri arrivati a Parma per frequentare l’a.a. 2018/2019.

I saluti si sono tenuti nell’ambito dell’Induction Week, la settimana di accoglienza partita nei giorni scorsi nelle aule dell’Università e poi continuata negli spazi del Conservatorio, che ha inoltre aperto le porte del suo Museo ai numerosi studenti che lo hanno visitato.

Se durante l’evento all’Università, aperto dai saluti della Pro Rettrice all’Internazionalizzazione Simonetta Anna Valenti, del Consigliere comunale delegato Leonardo Spadi e dello staff della U.O. Internazionalizzazione di Ateneo, l’incontro si è maggiormente concentrato sulla condivisione delle informazioni più utili ad agevolare il periodo di permanenza a Parma (grazie anche alla presenza di rappresentanti dell’Agenzia delle Entrate, dell’Informagiovani, di Ascom, di Crédit Agricole), l’appuntamento al Conservatorio si è rivelato un piacevole momento di “distrazione” e cultura: con il concerto nell’Auditorium del Carmine, tenuto dagli allievi del Conservatorio accompagnati al piano dal Prof. Riccardo Mascia, e la visita al museo storico “Riccardo Barilla” guidata dai Proff. Federica Riva e Carlo Lo Presti.

Grazie alla sinergia tra Università, Comune, Conservatorio e alla preziosa collaborazione della sezione di Parma dell’Associazione internazionale di studenti Erasmus ESN-ASSI, è stato possibile arricchire il programma di attività culturali e ludiche, tra le quali una visita guidata della città effettuata dal Consigliere Comunale delegato Leonardo Spadi insieme ai soci dell’associazione ESN-ASSI, una gita fuori porta al Castello di Torrechiara, un Pool Party.

La settimana di inserimento prosegue fino a domenica 23 settembre, e nei prossimi giorni sono previsti, oltre alle sessioni informative curate da ciascun Dipartimento dell’Ateneo, una visita allo CSAC, un pic-nic in Cittadella e, nell’ambito della Città Creativa UNESCO per la Gastronomia, una cena tipica parmigiana.

Inoltre, grazie alla proficua collaborazione con l’InformaGiovani di via Melloni, sono state premiate le foto più belle del concorso Photo-contest "Home.Motion.Emotion." che gli studenti hanno scattato prima della partenza per Parma, momenti catturati dall’obiettivo durante i preparativi prima di affrontare l’avventura Erasmus o Overworld, fotogrammi rappresentativi della propria vita e del proprio paese da portare con sé e da condividere con i nuovi amici nella nuova città.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli studenti in arrivo a Parma nell’anno accademico 2018/2019 provengono da 24 nazioni diverse e sono in totale 385, dei quali 86 di paesi non europei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pizzarotti furioso: "Non è una gara a chi è più stupido"

  • Da sabato 23 maggio i parmigiani potranno andare al mare: ma solo in Emilia-Romagna

  • Coronavirus: le regioni ad alto rischio non riapriranno il 3 giugno

  • Paura in via Emilia Est: auto si ribalta alla rotonda e finisce nel parcheggio dell'Ovs

  • "La mia prima cena dopo il lockdown: vi racconto com'è andata"

  • I carabinieri sequestrano tre piantine di 'marijuana': denunciato un 25enne

Torna su
ParmaToday è in caricamento